Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

La superficie del modello Vicentina risulta morbida ma stratificata in verticale, con caratteristiche interruzioni fra i vari strati ed assenza di venature. E’ composta da un insieme di forme irregolari ma simili fra loro, tipiche delle pietre da lastricato prodotte tramite spacco dei blocchi grezzi. Richiama più un materiale da rivestimento che da costruzione.
Proposto in quattro alternative cromatiche ben differenziate ma facilmente combinabili tra loro, questo modello è preferibilmente utilizzabile in realizzazioni esterne. E’ adatto a grandi superfici in cui la trama “confusa” che si realizza tende a contrastare la percezione delle dimensioni, e per questo può essere molto utile in abbinamento al modello Monte Grappa, vivacizzando il disegno di rivestimenti di grandi dimensioni.


Maggiori informazioni del produttore su VICENTINA

Approfondimento
Vicentina - Parametri tecnici

SPESSORE

3 cm

PESO

24 Kg

RESA

E’ calcolata con fuga media di 1,5 cm fra i vari pezzi.
La posa “a secco” comporta una resa inferiore del 10 % circa.

CONFEZIONI PARTE PIANA

Scatola da 1 mq (24 Kg /scatola)

CONFEZIONI ANGOLARI

Scatola da 2 ml (22 Kg / scatola)

IMBALLO

Pallets da 24 confezioni


Colorazioni

BEIGE


BIANCO TERRA


GRIGIO TERRA


GIALLO


N. B. Colorazioni fornite in confezioni separate, miscelabili a scelta al momento della posa.

Caratteristiche Tecniche
Posa in opera

Materiale necessario
  • Colla: Adesivo antiscivolo Italpietra da miscelare con acqua.
  • Imballo: Sacchi da 25 Kg.
  • Resa: circa 8 mq con un sacco
  • Stucco: Stucco Italpietra da miscelare con acqua.
  • Imballo: Sacchi da 25 Kg.
  • Resa: circa 4 mq con un sacco
  • Sacca: sacca per fughe Italpietra
  • Imballo: pezzi singoli, a vista
  • Secchio, cazzuola e pennello per la posa in opera e la rifinitura.


Fasi di posa
1. Preparazione del supporto
Per la posa su intonaco è necessario togliere lo strato di malta fine superficiale e pulire accuratamente la parete (meglio se con un getto d’acqua) al fine di eliminare tutte le parti inconsistenti e la polvere. Per posa su cartongesso si consiglia di trattare la superficie con un “primer” aggrappante. In qualsiasi caso, in presenza di supporti soggetti ad assestamenti o poco consistenti si consiglia l’applicazione di rete portaintonaco fissata con viti e tasselli.
2. Preparazione dell’adesivo
Mescolare l’adesivo antiscivolo per pietra ecologica Italpietra con acqua pulita (indicativamente 5-6 litri d’acqua ogni 25 Kg di adesivo; quantità che può variare a seconda della consistenza che si vuole ottenere e dalla temperatura esterna). Mescolare per 3-4 minuti e lasciare a riposo per altri 5 minuti. Si raccomanda di preparare un quantitativo tale da poter essere usato entro 2 ore dalla preparazione.
3. Applicazione dell’adesivo
Applicare l’adesivo antiscivolo direttamente sul retro delle pietre da posare, facendo attenzione a spalmarlo in modo omogeneo su tutta la superficie. Per supporti molto grezzi o irregolari si consiglia una doppia spalmatura di adesivo, sia sulla parete (con spatola dentata) che sui pezzi da posare. In questo caso, fare attenzione a non preparare superfici troppo estese (l’adesivo deve essere fresco su entrambe le parti).
4. Posa delle pietre
Applicare le pietre spalmate di adesivo alla parete da rivestire premendo con forza con leggeri movimenti laterali in modo da far aderire bene al supporto tutta la superficie della pietra. In questa fase è importante controllare “il disegno” che si sta realizzando in quanto sarà possibile modificare la posizione dei pezzi per un tempo limitato (prima dell’inizio della presa dell’adesivo).
5. Preparazione dello stucco
Mescolare lo stucco per pietra ecologica Italpietra del colore scelto con acqua pulita (indicativamente 4-5 litri d’acqua ogni 25 Kg. di stucco; quantità che può variare a seconda della consistenza che si vuole ottenere e dalla temperatura esterna). Mescolare per 3-4 minuti e lasciare a riposo per altri 5 minuti. Si raccomanda di preparare un quantitativo tale da poter essere usato entro un’ora dalla preparazione. Con l’ausilio di una cazzuola riempire l’apposito sacchetto per stuccatura Italpietra e tagliarne il beccuccio in modo da ottenere un’apertura di dimensione adeguata all’ampiezza delle fughe realizzate.
6. Stuccatura
Riempire le fughe fra le pietre applicando una quantità di stucco leggermente superiore a quella necessaria per poter poi rifinire adeguatamente la stuccatura. In questa fase, fare attenzione a sporcare le pietre il meno possibile. Nel caso si sporcassero, lasciare che lo stucco asciughi prima di rimuoverlo.
7. Rifinitura delle fughe
Attendere che lo stucco sia leggermente indurito per rimuovere con un bastoncino di legno la parte in eccesso, facendolo aderire bene ai bordi delle pietre. In questa fase è necessario dare alla fuga l’aspetto desiderato rimuovendo più stucco per una fuga profonda e rustica o spianando in superficie per una fuga “a raso”.
8. Pulizia
Attendere la completa asciugatura dello stucco per pulire la superficie delle pietre e soprattutto le fughe dai residui di stuccatura con un pennello o uno scopino morbido e asciutto.

Produttore

ITALPIETRA

VICENTINA
Rivestimento in pietra ricostruita per esterni
  • 36016 Thiene (VI) Italia
  • Via S.M. Kolbe, 2
  • Tel: +39 0445 361295
  • Fax: +39 0445 827035
  • vai al sito web
Contatta direttamente ITALPIETRA
Altri prodotti ITALPIETRA
x Sondaggi Edilportale
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali? Partecipa