Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Le lastre MGO BOARD, sono composte da ossidi di calcio, silicio, alluminio, magnesio ed inerti leggeri; inoltre sono rinforzate sulle due superfici con rete di fibra di vetro resistente agli alcali. Le lastre sono leggere, facilmente lavorabili ed adatte per l’impiego in ambienti esterni, infatti sono state concepite per resistere alle condizioni termo-igrometriche più estreme quali: pioggia, umidità, gelo e shock termici.
Il materiale resiste agli agenti atmosferici senza rigonfiarsi, sgretolarsi e deteriorarsi, mantenendo la sua stabilità dimensionale. Il sistema è estremamente robusto e permette di realizzare pareti esterne, facciate, controsoffitti e rivestimenti esterni in generale; la facilità di lavorazione e la leggerezza lo rendono ideale per la ristrutturazione e la riqualificazione di facciate, cornicioni, parapetti, porticati e di tutti i particolari architettonici che richiedono elevate prestazioni di resistenza meccanica ed agli agenti atmosferici.
Le lastre possono essere utilizzate anche in ambienti interni umidi o con presenza d’acqua, in sostituzione alle lastre in gesso rivestito, che in questo caso non risulterebbero idonee.


Maggiori informazioni del produttore su MGO BOARD

Approfondimento
MGO Board | SISTEMA E APPLICAZIONE
MOVIMENTAZIONE E STOCCAGGIO
 
Conservare al coperto, il materiale deve essere protetto dall’esposizione all’acqua ed eccessiva umidità. Trasportare sempre le lastre in verticale (di costa), durante la movimentazione fare attenzione a non danneggiare gli spigoli. Per il taglio si consiglia di incidere la lastra con un cutter tagliando la rete di armatura superficiale su una faccia, piegare la lastra fino a spezzarla per poi tagliare la rete di armatura sulla faccia opposta.
 
CONDIZIONI AMBIENTALI
 
Prima dell’installazione le lastre dovranno essere acclimatate alla temperatura e all’umidità dell’ambiente. La temperatura non dovrà essere inferiore ai 5°C. Durante le operazioni di stuccatura e rasatura la temperatura dovrà essere compresa tra i 5° ed i 40°C per tutta la durata delle operazioni e per le 24 ore successive. Prima del montaggio le lastre dovranno essere completamente asciutte, evitare assolutamente di installare lastre bagnate.
 
ORDITURE DI SOSTEGNO
 
Tutti i profili da parete, controparete e controsoffitto, devono essere realizzati secondo la norma UNI EN 14195 in acciaio laminato a freddo rivestito a caldo con lega di alluminio e zinco (Aluzink) in conformità alla norma UNI EN 10215. I profili dovranno avere uno spessore variabile da 0,6 a 1,00 mm e dovranno essere posizionati ad interasse variabile dai 400 ai 600 mm; la struttura dovrà essere dimensionata in base alle esigenze statiche dell’intervento ed alla spinta del vento. Tutti gli elementi di fissaggio, gli accessori e le minuterie, dovranno essere del tipo resistente agli ambienti aggressivi; ovvero in acciaio inox o con trattamento che garantisca una resistenza alla nebbia salina (salt spray test) superiore alle 1.000 ore.
 
BARRIERA TRASPIRANTE IMPERMEABILE ALL’ACQUA
 
Le lastre MGO Board sono resistenti all’acqua ma non sono impermeabili, pertanto nell’uso per tamponamenti verticali esterni, tra le strutture e le lastre MGO Board dovrà essere interposta una barriera anticondensa, composta da una membrana impermeabile all’acqua ma traspirante al vapore. Il tessuto dovrà essere fissato temporaneamente alle strutture dal basso verso l’alto posizionando i teli in orizzontale e sovrapponendo i bordi dei vari strati di almeno 10 cm.
 
INSTALLAZIONE DELLE LASTRE
 
Le lastre dovranno essere installate in orizzontale (trasversalmente ai profili) a giunti sfalsati, con la superficie ruvida rivolta verso l’esterno, e dovranno essere avvitate all’orditura metallica con viti speciali MGO Screw con alta resistenza alla corrosione (trattamento tipo Ruspert con resistenza alla nebbia salina superiore alle 1.000 ore) poste ad interasse massimo di 200 mm. Tra i bordi delle lastre è necessario lasciare una distanza di 3-4 mm che sarà poi riempita dalla prima mano di stucco.
 
STUCCATURA
 
I giunti tra le lastre devono essere stuccati con lo stucco per esterni MGO Filler Dry con il quale verrà eseguita anche la rasatura della superficie. Applicare una sola mano di stucco per uno spessore di 2-3 mm interponendo l’apposito nastro di rinforzo resistente agli alcali; procedere poi alla rasatura a stuccatura indurita.
 
RASATURA
 
Procedere alla rasatura della superficie con lo stesso MGO Filler Dry utilizzato per stuccare i giunti per uno spessore di 3 mm circa; nella rasatura annegare completamente la rete in fibra di vetro resistente agli alcali sovrapponendone i bordi di almeno 10 cm. Dopo 24 ore procedere all’eventuale seconda mano di rasatura. Prima dell’applicazione di qualsiasi altro materiale di finitura, lo stucco per rasatura dovrà essere lasciato asciugare ed indurire per almeno 24 ore.
 
INSTALLAZIONE DEI PROFILI DI FINITURA
 
Fissare i profili di finitura in PVC (paraspigoli, gocciolatoi, coprigiunti di dilatazione, cornici ecc.) annegandone la parte in rete nel letto di rasatura e sovrapponendola ai bordi della rete in fibra di vetro resistente agli alcali. In casi particolari i profili possono essere fissati alla sottostruttura metallica con le stesse viti utilizzate per le lastre, o alle lastre con graffe metalliche.
 
INSTALLAZIONE DEI GIUNTI DI DILATAZIONE
 
Ogni 6 m dovranno essere predisposti ed installati gli appositi giunti di dilatazione; i giunti inoltre dovranno essere predisposti nei seguenti casi:
- In corrispondenza dei giunti di dilatazione dell’edificio.
- In corrispondenza della divisione dei piani dell’edificio.
- In corrispondenza delle variazioni dei materiali della struttura o del paramento dell’edificio.
In ogni caso, in corrispondenza dei giunti di dilatazione, sarà necessario interrompere anche l’orditura di sostegno metallica.
 
MGO Board | APPLICAZIONI
MGO Board | INSTALLAZIONE
SCHEMA DI INSTALLAZIONE CORRETTO
CON PROFILI TRASVERSALI ALLE LASTRE. Questo sistema di montaggio permette di assorbire le dilatazioni termiche dei profili per mezzo della giunzione tra le lastre con stucco e nastro di rinforzo. Resta inteso che dovranno essere tassativamente installati i giunti di dilatazione come indicato nelle istruzioni di posa.
SCHEMA DI INSTALLAZIONE ERRATO
CON PROFILI PARALLELI ALLE LASTRE. Questo sistema di montaggio con lastre avvitate parallelamente ai profili con giunti sfalsati, non riesce ad assorbire la dilatazione termica dei profili che può provocare la deformazione della struttura ola rottura delle lastre.
SCHEMA DI INSTALLAZIONE ERRATO
CON LASTRE MGO E PROFILI POSIZIONATI IN VERTICALE. Questo sistema di montaggio non garantisce la stabilità del rivestimento in quanto la posa in verticale e parallela ai profili delle lastre non permette di legare adeguatamente la struttura.
  
MGO Board | SCHEDA TECNICA
Nuovo blocco di testo
Produttore

ITP

MGO BOARD
Lastra fibrorinforzata per pareti esterne
  • 60018 Montemarciano (AN) Italia
  • Via della Scienza, 1/A
  • Tel: +39 071915551
  • Fax: +39 0719163096
  • vai al sito web
Contatta direttamente ITP
Altri prodotti ITP

Conferma la tua posizione

per scoprire le offerte valide nella tua zona

CAP
OK
Usa la mia posizione
x Sondaggi Edilportale
QUIZ Bonus Casa: quanto li conosci? Partecipa