Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Modularità e personalizzazione sono le parole chiave di Armadio al Centimetro, lo storico programma di Lema che offre massima libertà progettuale e di personalizzazione. Dal 1981, infatti, con Lema l’armadio è un sistema componibile su misura, che alla garanzia di una produzione industriale abbina quella cura del dettaglio tipica di un’attenta cultura artigianale. Una proposta in continua evoluzione, incentrata sulla massima flessibilità: di dimensioni prima di tutto, ma anche di modelli, materiali, elementi, finiture, accessori, attrezzature. Il programma si sviluppa intorno ai moduli base adattabili in altezza, larghezza e profondità formati da strutture e ante: battenti, pieghevoli, scorrevoli e complanari. Quattro modi di impostare un ambiente pensato non solo per l’ordine, ma per il piacere di un luogo dedicato a se stessi e agli oggetti più personali. Per questo l’armadio su misura Lema associa alla ricerca della massima funzionalità grande attenzione al design e all’estetica, per una casa a misura di persona. Numerose le ante a catalogo e molto ampia la gamma di finiture: 21 ante a battente, 9 ante scorrevoli, 2 complanari; 17 colori laccati lucidi e 41 laccati opachi, essenze in rovere termotrattato, rovere carbone e rovere tabacco, vetro e specchio, pelle e cuoio. Ricca anche l’offerta di attrezzature interne che spaziano da cassettiere alla teca in vetro per cinture e cravatte; dal porta pantaloni al portabiancheria e porta scarpe estraibili; dalla mensola con luce integrata al fianco luminoso. Così, senza vincoli progettuali, l’Armadio al Centimetro si trasforma in infiniti armadi, ciascuno con un gusto e una personale ricercatezza.

Gli armadi al Centimetro con anta battente sono l’essenza della modularità e della personalizzazione, da sempre alla base della filosofia del design made in Lema; un programma molto ampio e flessibile che abbina una struttura modulabile a differenti tipologie di ante per creare infiniti armadi su misura. E’ infatti possibile scegliere, a seconda delle proprie esigenze, altezza, larghezza, profondità e finiture per soddisfare ogni necessità non solo progettuale ma anche estetica. Gli armadi con anta battente Lema sono ideali per soluzioni ad angolo, a ponte, per passaggi porta, nicchie e mansarde. E’ possibile cambiare la profondità anche di singole colonne in presenza di pilastri. Il sistema prevede inoltre a scelta cassettiere esterne e nicchie per tv.
Molteplici anche le possibilità di personalizzazione degli interni: diverse finiture a catalogo e ricchissime attrezzature pensate per razionalizzare lo spazio. Un’ampia gamma che comprende diverse tipologie di cassettiere con frontale in vetro o legno, fino alla teca in vetro per cinture e cravatte; utilissimi porta pantaloni, porta biancheria e porta scarpe estraibili. Completano l’offerta, preziosi dettagli come la luce integrata alla mensola, al fianco o alla barra appendiabiti e raffinati accessori come i tappetini in cuoio e tessuto per i cassetti, le scatole in cuoio per i vani porta camicie, e quelle in tessuto per il cambio stagionale.

La soluzione ideale per una casa giovane: Tecna di Officinadesign Lema è un armadio su misura che si distingue per la sua estetica semplice e le forme essenziali. Proposto in due colori è riducibile in profondità.
Ricchissime attrezzature interne offrono molteplici combinazioni per ogni esigenza di ordine: cassettiere, porta pantaloni, porta cinture, porta scarpe. Ripiani e barre appendiabiti con luce integrata. Senza dimenticare preziosi dettagli in cuoio e tessuto come i tappetini per i cassetti e le scatole per i vani porta camicie.

INTERNO STRUTTURA:
-Melaminico
ESTERNO STRUTTURA:
-Laccato lucido
-Laccato opaco
-Legno
-Melaminico escluso visone
ANTA:
-Polimerico


Maggiori informazioni del produttore su TECNA

Produttore

Lema

TECNA
Armadio su misura
  • 22040 Alzate Brianza (CO) Italia
  • Via Briantea 2
  • Tel: +39 031 630990
  • Fax: +39 031 632492
  • vai al sito web
Contatta direttamente Lema
Altri prodotti Lema
x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa