Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Dopo la collezione Gio Ponti, rieditata con successo dal 2012, Molteni&C ripercorre la propria storia con uno sguardo al futuro. La mostra 80!Molteni, la creazione dell’archivio storico e la nascita del Molteni Museum sono state l’occasione per ripartire dall’inizio, dall’origine della modernità. Così sono emerse tracce di un passato che si rivela contemporaneo, da riproporre oggi. Nuovi, grandi classici, pezzi unici da far vivere fuori dalle teche del museo, dentro le case. Un progetto che inaugura il Salone del Mobile del 2016 con quattro nuove proposte: un cassettone, una libreria, una sedia e una libreria sospesa, primi prodotti di una neonata Heritage Collection.

Il prototipo del primo mobile moderno realizzato da Molteni&C, il cassettone disegnato da Werner Blaser nel 1955, viene riproposto in edizione limitata e numerata di 100 esemplari, in essenza di avodiré come l’originale. Mai entrato in produzione, vince la “Prima mostra selettiva - Concorso internazionale del mobile” di Cantù, indetto per riqualificare l’immagine produttiva italiana. La giuria è composta da Gio Ponti, Alvar Aalto, Romano Barocchi, Carlo De Carli e Finn Juhl. Particolare il sistema costruttivo basato sulla giunzione semplice a triplice forcella. “Avevo viaggiato molto in Giappone”, dice Werner Blaser, ”e nei dettagli si vede l’influenza di quel mondo. Così la giuria, visto che il concorso era anonimo, ha pensato che fossi un designer giapponese, invece ero di Basilea!”. Nato nel 1924, allievo di Alvar Aalto, studia all’Illinois Institute of Technology di Chicago e in Giappone, Blaser apre il suo studio a Basilea nel 1959 e lavora a lungo con Mies van der Rohe, pubblicando vari volumi sulla sua architettura.


Produttore

Molteni&C

MHC.1
Cassettiera in legno
Linea Heritage
  • 20833 Giussano (MB) Italia
  • Via Rossini 50
  • Tel: +39 03623591
  • Fax: +39 0362355170
  • vai al sito web
Contatta direttamente Molteni&C
Altri prodotti Molteni&C
x Sondaggi Edilportale
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali? Partecipa