Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Profometer Corrosion è la soluzione di analisi della corrosione più versatile sul mercato basata sul metodo della semicella (half-cell). Gli esclusivi elettrodi a ruota di Proceq permettono di eseguire prove in situ con la massima rapidità ed efficienza. In qualità di diretto successore dello strumento Canin, Profometer Corrosion è compatibile con gli elettrodi Canin esistenti e con la maggior parte degli elettrodi di terze parti.
Grazie all’approccio flessibile, è possibile passare in qualsiasi momento alle funzionalità di localizzazione delle armature di Profometer 6, basate sul principio dell'induzione elettromagnetica a impulsi. Profometer diventa quindi una soluzione all-in-one a prova di futuro per la localizzazione di armature e l’analisi della corrosione.
Il processore dual-core di Profometer consente una rapida acquisizione dei dati e il controllo in tempo reale della procedura di misurazione direttamente in situ. La sua scocca robusta è stata specificatamente sviluppata per resistere agli ambienti più ostili.
Il touchscreen grafico ad alta risoluzione Profometer permette di raggiungere un’alta produttività grazie a viste con reticolo 2D, al flusso di lavoro guidato e alla post-elaborazione dei dati  in situ. Assieme al software per PC incluso offre le migliori capacità di analisi sui dati statistici con un sistema efficiente di redazione dei rapporti.


Maggiori informazioni del produttore su Profometer Corrosion

Approfondimento
La corrosione dei rinforzi metallici
L'acciaio a contatto con il calcestruzzo sano si trova in una forma stabile, protetto da un ossido passivante, stabile a pH circa 13, tipico della matrice cementizia.
Esistono tuttavia delle circostanze in cui lo strato passivante può venir meno, in particolare in caso di carbonatazione del copriferro o in presenza di cloruri.
La depassivazione del metallo segna l'inizio dell'attività elettrochimica nel sistema, che procede fintantoché vi sia presenza di umidità e disponibilità di ossigeno. Il rinforzo metallico si comporta così come una pila, in cui coesistono zone anodiche dove il metallo viene ossidato e zone catodiche dove si hanno le reazioni di riduzione di ossigeno e acqua.
Il passaggio di corrente avviene per trasporto di elettroni nel corpo del metallo, e per trasporto di specie ioniche nella soluzione che permea le porosità del calcestruzzo. Questo flusso di corrente è accompagnato da una variazione del potenziale elettrico tra diverse zone del rinforz le zone anodiche saranno caratterizzate da valori di potenziale minori (più negativi) mentre quelle catodiche avranno potenziali maggiori.
Scopo della misura è quindi la determinazione della differenza di potenziale fra un polo positivo, costituito da un contatto diretto con l'armatura (o con un altro tipo di messa a terra), e il polo negativo, costituito dall'elettrodo di misura.
Secondo le specifiche ASTM sono da considerare non affette da corrosione con una confidenza del 90% quelle regioni dove il potenziale letto sia meno negativo di -200mV, mentre con la stessa probabilità le zone con potenziali più negativi di -350mV corrispondono a siti anodici dove la corrosione è attiva.
Successive revisioni nate dall'esperienza di vari operatori suggeriscono che il valore corrispondente alla depassivazione dell'acciaio (innesco del fenomeno corrosivo) sia di circa -240mV, che è diventato quindi il valore soglia adottato dall' "American Federal Highways Administration".
Altri fattori di variabilità possono essere dovuti alle caratteristiche del conglomerato cementizio, alle caratteristiche superficiali del rinforzo, all'ambiente di esposizione.
In ogni caso il responso ottenuto da questo tipo di indagine, sottoforma di mappatura, permette di definire "zone di attenzione" in cui la verifica diretta ed i risultati delle prove correlate (misure di spessore di copriferro, profondità di carbonatazione, contenuto di cloruri) sono determinanti ai fini della diagnostica della corrosione. 
Anche la resistività del calcestruzzo può variare in modo considerevole in relazione alle condizioni locali e alle influenze ambientali.Misure combinate di resistività e potenziale possono fornire informazioni ancora più precise e dettagliate sulle condizioni di corrosione dei rinforzi.
 
Accessori
In alternativa all'elettrodo a puntale singolo compreso nel sistema base sono disponibili vari sistemi di elettrodi puntiformi o a rotella; questi ultimi, collegati ad un odometro, consentono la mappatura speditiva di vaste superfici.
Team

Pasi

Profometer Corrosion
Strumento per analisi aree a rischio corrosione nel c.a.
  • 10125 Torino (TO) Italia
  • Via Galliari, 5/E
  • Tel: +39 011 6507033
  • Fax: +39 011658646
  • vai al sito web
Contatta direttamente Pasi
Altri prodotti Pasi
x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati
)