Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Eterea - Grande versatilità del design, discreto e contemporaneo, e altissime prestazioni illuminotecniche caratterizzano i prodotti Eterea, che impiegano sorgenti LED a 230 V per garantire il minimo assorbimento energetico con il più elevato livello di funzionalità. Disponibile nelle finiture antracite, bianco e corten e in due dimensioni. Da appoggio, mobile, oppure a parete, Eterea si inserisce con eleganza e distinzione negli ambienti più differenti grazie all’attento studio di particolari tecnici come i piedini di sostegno con gommino antigraffio e la maniglia regolabile a scomparsa, che rendono questa lanterna la risposta ideale a molteplici situazioni progettuali.

ETEREA si ispira alla vecchia lanterna, proposta nelle sue forme essenziali. Antiche memorie si concretizzano in linee pure e geometriche, creando un volume incorporeo, fatto solo di luce. Per questo suo effetto a luce diffusa, si ambienta alla perfezione su terrazzi, giardini e porticati. ETEREA, proprio come le classiche lanterne, può essere appoggiata a terra. La nuova versione 2018, ricaricabile, è proposta nella finitura verniciata bianca e con un’elegante maniglia in cuoio che ne impreziosisce l’estetica.

Materiali: alluminio pressofuso verniciato
Misure – 45,5 cm h x 22 cm base
Colori: bianco


Maggiori informazioni del produttore su ETEREA | Lampada da tavolo a batteria ricaricabile

Designer

Dabù

Italia

Davide Danesi e Leonardo Buzzoni si incontrano nel 2007 in una importante azienda specializzata nel campo dell’illuminazione. Davide si è formato come designer di corpi illuminanti e Leonardo vanta una pluriennale esperienza ...

Produttore

Platek

ETEREA | Lampada da tavolo a batteria ricaricabile
Lampada da tavolo a LED in alluminio pressofuso a batteria ricaricabile
Linea Eterea
  • 25050 Rodengo-saiano (BS) Italia
  • Via Marrocco 4
  • Tel: +39 030 6818201
  • Fax: +39 030 6816567
  • vai al sito web
Contatta direttamente Platek
Altri prodotti Platek
x Sondaggi Edilportale
Come cambia l’edilizia italiana: la domanda Partecipa