Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

La serie di tavoli Othello nasce dall'incontro fra materiali puri e naturali. Il fascino del legno lavorato con maestria e accostato alla pietra o al vetro, rende superfluo ogni decorativismo. Roberto Lazzeroni riprende il rigore costruttivo del design italiano fra gli anni '50 e '60. I sostegni in massello di frassino tinto moka o wengé hanno l'impatto di una scultura geometrica. Per contrasto i top sono morbidi e curvilinei, sia nella versione tonda che rettangolare. Tratto distintivo della struttura lignea la sezione triangolare e a spigolo vivo, che trova un prezioso richiamo nella lavorazione diamantata lungo il perimetro dei piani.
Poltrona Frau sceglie per i top due varianti materiche. Il cristallo fumé, semitrasparente e leggero, esalta la solidità architetturale dei sostegni. Il marmo Fior di Pesco, varietà di particolare pregio, cattura lo sguardo con le sue delicate e ricche venature che alla luce naturale svelano zone traslucide e quasi trasparenti. In alternativa, altrettanto prezioso, il marmo Calacatta Oro.
I tavoli Othello in cristallo sono integrati da distanziali a vista in acciaio inox spazzolato. Nella versione in marmo, con finitura lucida o semilucida, la superficie inferiore del piano è armata da una rete tecnica che ne assicura la resistenza. Il top è suppportato da un sottopiano in stratificato HPL.  


Maggiori informazioni del produttore su OTHELLO | Tavolo rettangolare

Designer

Roberto Lazzeroni

Italia

Roberto Lazzeroni, born in Pisa, began his professional life with the study of art and architecture in Florence and the interests he developed during his training, in particular in the conceptual art and radical design movements.

Produttore

Poltrona Frau

OTHELLO | Tavolo rettangolare
Tavolo da salotto rettangolare in marmo
  • 62029 Tolentino (MC) Italia
  • Via Sandro Pertini, 22
  • Tel: +39 0733 9091
  • Fax: +39 0733 971600
  • vai al sito web
Contatta direttamente Poltrona Frau
Altri prodotti Poltrona Frau
x Sondaggi Edilportale
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali? Partecipa