Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Un’unica soluzione in caso di pioggia.
Rainplus® è il sistema di drenaggio sifonico delle acque meteoriche progettato per raggiungere le massime prestazioni di deflusso con la più bassa profondità d’acqua accumulata sul tetto. Con Rainplus® Valsir risponde compiutamente ai sempre maggiori livelli di piovosità riscontrati, garantendo con la massima sicurezza il drenaggio delle acque meteoriche dai tetti di edifici di medie e grandi dimensioni.
Il sistema sfrutta l’altezza dell’edificio quale forza motrice, consentendo di raggiungere elevate velocità di deflusso massimizzando così l’efficienza del drenaggio.
Rainplus® permette di dirigere l’intera portata di scarico verso una qualsivoglia area dell’edificio consentendo di attuare con facilità le più attuali strategie di recupero e riutilizzo dell’acqua piovana richieste dal programma Green Building.
I vantaggi offerti da questa tecnologia sono numerosi; fra questi una significativa riduzione dei costi e dei tempi di installazione, nonché un incremento delle performance dell’intero sistema di drenaggio.
Il sistema di drenaggio sifonico Rainplus® è costituito da  speciali pozzetti di raccolta ingegnerizzati e collaudati in accordo alle normative ASME A112.6.9 e EN 1253, collegati a tubazioni di polietilene alta densità Valsir HDPE® dimensionati per poter operare in depressione, ad alte portate e a sezione piena. 


Maggiori informazioni del produttore su RAINPLUS

Approfondimento
Caratteristiche d'eccellenza
I vantaggi di un sistema Rainplus®

Economicità
Rispetto a un sistema convenzionale, Rainplus® consente l’installazione di un numero inferiore di pozzetti, oltre a una significativa riduzione dei diametri, dei raccordi necessari e del numero di colonne di scarico, permettendo facilmente di ottenere un risparmio dell’80% per le tubazioni verticali e del 20-30% sull’intero sistema.

Risparmio di spazio
I pozzetti sono collegati a singoli collettori orizzontali che sono installati senza pendenza e le colonne sono posizionate sul perimetro dell’edificio, consentendo di ridurre l’interferenza del sistema.

Elevate prestazioni
Grazie al riempimento totale delle tubazioni, si raggiungono velocità di deflusso molto elevate che garantiscono l’auto-pulizia del sistema.

Eco-sostenibilità
Data la maggior facilità di convogliamento delle condotte verso serbatoi di accumulo, si rende più agevole la raccolta dell’acqua piovana per il riutilizzo in impianti di irrigazione, vasche anti-incendio o cisterne destinate all’impiego di acqua non potabile.

Risparmio di tempo
La superiore velocità di installazione permette di accelerare i tempi di esecuzione delle opere, anche grazie al numero ridotto di tubazioni interrate che consente di ridurre i lavori di scavo.

Maggiore flessibilità progettuale
Il completo controllo sul posizionamento delle colonne di scarico e l’assenza di collettori interrati consentono di avere una ampia libertà nella definizione e nella progettazione del sistema sifonico.

Ecosostenibilità
Il sistema Valsir Rainplus® è prodotto con materiali completamente riciclabili che a fine vita possono essere avviati a recupero.
I processi di produzione impiegati sono energeticamente efficienti e a ridotto impatto. Valsir fa propri i principi Green Building, in un’ottica di rispetto dell’ambiente e di conservazione delle risorse.
Sistema convenzionale VS. sistema Rainplus
Esistono due tipologie di sistemi per il drenaggio delle acque meteoriche: il sistema convenzionale, definito impropriamente sistema a gravità, e il sistema sifonico Rainplus®, definito anche scarico in depressione o scarico a sezione piena.
Entrambe le soluzioni sfruttano la forza di gravità, ma in modo decisamente diverso l’una dall’altra dando luogo a differenze a livello sia di prestazioni che di progettazione e calcolo.
Sistema di drenaggio convenzionale
Il sistema di drenaggio convenzionale può essere progettato per drenare superfici di ampie dimensioni, ma non può impedire l’ingresso d’aria nelle condotte. Per tale motivo viene dimensionato con fattori di riempimento del 20% o 33% (a seconda delle normative e dei regolamenti locali di riferimento), consentendo pertanto l’immissione di portate d’aria considerevoli, pari rispettivamente al 67% o 80% della sezione.
Nel sistema convenzionale i pozzetti sono costituiti da “semplici” imbuti installati sulle coperture degli edifici collegate a colonne di scarico alte quanto l’edificio e i collettori, che devono avere pendenze almeno del 1%, sono dimensionati con un fattore di riempimento massimo del 70%.
Nel caso di collettori molto lunghi in cui non c’è possibilità di incrementare la pendenza a causa degli spazi disponibili, si rende necessario un notevole aumento del diametro, con conseguente impatto sui costi di impianto.
Flusso in un pozzetto convenzionale
Nel sistema di drenaggio convenzionale il pozzetto non è dotato di alcun particolare inserto e quindi il flusso in ingresso è caratterizzato da un vortice che trascina aria all’interno delle condotte.
Sistema di drenaggio sifonico Rainplus®
Il sistema di drenaggio sifonico Rainplus® è costituito da particolari pozzetti dotati di un piattello antivortice che impedisce all’aria di entrare nel sistema ed evita la formazione di vortici che ne faciliterebbero l’ingresso. I pozzetti sono collegati mediante brevi circuiti di diametro relativamente contenuto a un collettore orizzontale installato immediatamente sotto la copertura dell’edificio.
Il collettore è generalmente installato nel punto più alto e percorre, privo di pendenza, la lunghezza necessaria per raggiungere il punto in cui si innesta nella colonna di discesa. La colonna intercetta quindi il circuito di scarico interrato che convoglia l’acqua piovana nell’eventuale serbatoio di accumulo o nella condotta di scarico municipale.
L’assenza di aria nel sistema consente di operare con un fattore di riempimento del 100%, sfruttando tutta la sezione delle condotte e raggiungendo portate molto elevate con velocità di 10 volte superiori a quelle tipiche di un sistema di drenaggio convenzionale.
Flusso in un pozzetto Rainplus®
Nel sistema di drenaggio sifonico Rainplus® il pozzetto impedisce, alle portate di progetto, l’ingresso d’aria e la formazione di vortici, assicurando pertanto il riempimento totale delle condotte; in tali condizioni, la progettazione può basarsi sui modelli matematici dei flussi pienamente sviluppati operanti in pressione/depressione (principio della conservazione dell’energia di Bernoulli).
Un’unica soluzione in caso di pioggia.
Rainplus® è definito sistema di drenaggio sifonico delle acque meteoriche poiché si basa sul principio del “sifone”. Il “sifone” consiste in un tubo a forma di U rovesciata usato per travasare un liquido da un recipiente a un altro posto a un livello più basso. Quando il tubo è pieno, il liquido situato nel tratto più lungo tende a scendere a causa del suo peso aspirando il liquido contenuto nel tratto più corto, caratterizzato ovviamente da un peso inferiore.
funzionamento
Questo processo può essere innescato solo quando il tubo è completamente pieno e continua fino al raggiungimento dell’equilibrio fra i due recipienti, che si può ottenere quando entrambi i recipienti raggiungono lo stesso livello, oppure quando il livello del contenitore più alto non scende al di sotto della sezione di ingresso del tubo.
La forza motrice che genera questo effetto è dovuta alla differenza tra i livelli dei due recipienti: più elevata è la differenza tra i livelli, maggiore è la forza motrice e di conseguenza anche la velocità del flusso nel tubo.
Le prestazioni del sistema di drenaggio sifonico Rainplus® sono quindi decisamente superiori rispetto a un sistema di drenaggio convenzionale in cui la forza motrice è data esclusivamente dall’altezza d’acqua accumulata sul tetto. Quando l’intera rete che costituisce il sistema di drenaggio sifonico si riempie di acqua, si innesca l’effetto “sifone”, dando luogo a una forza motrice proporzionale all’altezza tra il tetto e il punto di terminazione del circuito idraulico, posto indicativamente a livello del terreno.
Tale forza genera livelli di pressione e depressione in punti specifici del circuito tali da incrementare repentinamente le velocità e quindi le portate di scarico (principio di Bernoulli).
I regimi di moto
Le norme tecniche EN 1253 e ASME A112.6.9 sono utilizzate per valutare le prestazioni di un sistema sifonico e, poiché definiscono il metodo di misura della portata di scarico in relazione all’altezza dell’acqua accumulata sul tetto, permettono di analizzare le fasi del regime di moto.
Fase 1
Per una portata contenuta, ovvero fino al 10÷15% del valore di intensità pluviometrica di progetto, il pozzetto si comporta come un pozzetto non sifonico (convenzionale) e il flusso è definito "gravity flow", in quanto vi è una elevata quantità d’aria nelle condotte.

Fase 2
Per portate dal 10÷15% fino al 60% del valore di intensità pluviometrica di progetto, il flusso è intermittente poiché al comportamento non sifonico si alternano brevi periodi di flusso sifonico. Per tali livelli di portata, l’acqua che si accumula sul tetto riempie il pozzetto impedendo all’aria di entrare nelle condotte e innescando l’effetto sifonico.
Nel momento in cui si innesca l’effetto sifonico, si ha il repentino incremento della portata scaricata e di conseguenza una immediata riduzione dell’altezza di acqua sul tetto. Il piattello antivortice riemerge consentendo nuovamente l’immissione di aria nelle condotte e causando il passaggio al funzionamento non sifonico; per tale motivo questa fase si definisce “plug flow”.

Fase 3
Per portate dal 60% fino al 95% del valore di intensità pluviometrica di progetto, si ha il riempimento totale della tubazione, caratterizzato tuttavia da un elevato quantitativo di bolle d’aria; è la fase definita “bubble flow”, in cui la velocità di scarico raggiunge valori elevati grazie all’effetto sifonico.

Fase 4
Per portate oltre il 95% del valore di intensità pluviometrica di progetto, l’effetto sifonico si sviluppa completamente raggiungendo la massima portata con assenza di aria; questa è la fase definita “full flow”, caratterizzata da assenza di rumori.
Pozzetti e accessori
Uno degli elementi chiave del sistema sono i pozzetti Rainplus®, che sono stati realizzati tenendo in considerazione i requisiti e i metodi di collaudo imposti dalle normative internazionali EN 1253 e ASME A112.6.9.
Oltre al fatto che i componenti principali dei pozzetti Rainplus® sono realizzati in acciaio inossidabile o in lega di alluminio stampato protetto da una speciale resina che li rende inalterabili e resistenti agli agenti atmosferici, essi si caratterizzano per le seguenti particolarità:
- Elevato campo di funzionamento (fino a 65 l/s con Rainplus® 110 e fino a 14 l/s con Rainplus® 56);
- Altezza dell’acqua accumulata sul tetto per l’innesco sifonico estremamente ridotta;
- Assenza di vortici grazie ai particolari profili delle pale del piattello antivortice e ridotte perdite di carico all’imbocco;
- Basso livello di rumorosità e massima stabilità di funzionamento;
- Dimensioni contenute e numero ridotto di componenti per una facile installazione; per esempio, Rainplus® 56, nella versione con connessione orizzontale, può essere installato all’interno della soletta di copertura grazie a un ingombro in altezza di soli 104 mm;
- estrema affidabilità della connessione con il sistema Valsir HDPE®;
- adattabilità a installazioni in gronda, anche di piccole dimensioni, o su tetti rivestiti con qualunque tipologia di guaina isolante.
Kit Overflow Rainplus®
I regolamenti locali o le norme di progettazione degli impianti pluviali possono prevedere dei sistemi di emergenza (detti anche overflow o sistemi di trabocco) che devono essere in grado di scaricare intensità di pioggia inaspettate superiori a quelle utilizzate nella fase di progettazione.
Valsir propone una soluzione brevettata che consente di convertire un pozzetto sifonico Rainplus® in un pozzetto sifonico di emergenza con la semplice aggiunta di un Kit Overflow regolabile a diverse altezze e capace di mantenere inalterate le performance di scarico.
Sistemi di staffaggio
Valsir offre una ampia gamma di sistemi e accessori di staffaggio per l’istallazione dell’intera rete di drenaggio. Il sistema di staffaggio Rainplus®, costituito da speciali collari abbinati a una barra di supporto e relativi accessori, è stato studiato per resistere alle forze di contrazione ed espansione termica della rete di drenaggio. Tali sistemi sono disponibili dal diametro 40 mm fino al diametro 315 mm.
Al sistema Rainplus® si aggiungono i collari con tassello a espansione M10, i collari per barre filettate M10 anche per installazione su barra di supporto, i collari per barre filettate 1/2” e 1” per installazione a parete o a soffitto.
La gamma del sistema di staffaggio consente:
Facile pre-assemblaggio a terra;
Installazione a soffitto rapida e semplice di collettori anche di elevata lunghezza;
Sospensione dell’intera rete di drenaggio mediante un numero ridotto di elementi di ancoraggio alla struttura;
Allineamento dei collari e dei tubi Valsir HDPE® alla barra di supporto;
Capacità di assorbire le dilatazioni termiche della rete di drenaggio;
installazione senza l’ausilio di attrezzature speciali;
ancoraggio dei collari alle tubazioni e alla barra di supporto mediante bulloni ad alta resistenza.
Tubi e raccordi
La linea Valsir HDPE® per la realizzazione dei sistemi di drenaggio sifonico è disponibile dal diametro 40 mm fino al diametro 315 mm ed è caratterizzata da un’ampia gamma di raccordi, fra cui ispezioni, gomiti, riduzioni e braghe ridotte.
L’impiego di tubi e raccordi della linea Valsir HDPE® consente numerosi vantaggi, fra i quali:
Possibilità di pre-fabbricare parti di impianto e installarle in sito grazie alla leggerezza dei componenti;
Risparmio dei costi di manodopera grazie all’estrema velocità di installazione;
Possibilità di scegliere fra diverse tipologie di giunzione, fra le quali la saldatura testa-testa o la saldatura mediante manicotto elettrico;
Nessuno sfrido di materiale, con conseguente risparmio economico;
Elevata sicurezza degli impianti grazie alle ottime caratteristiche meccaniche di Valsir HDPE®.
Produttore

Valsir

RAINPLUS
Sistema di drenaggio sifonico delle acque meteoriche
  • 25078 Vestone (BS) Italia
  • Località Merlaro, 2
  • Tel: +39 0365 877 011
  • Fax: +39 0365 81 268
  • vai al sito web
Contatta direttamente Valsir
Altri prodotti Valsir
x Sondaggi Edilportale
Ristrutturare il patrimonio edilizio, quanto contano le detrazioni fiscali? Partecipa