Tesa
Carrello 0
gli approfondimenti tematici di edilportale.com

News Risparmio Energetico

martedì 19 febbraio 2019
pubblicato da Alessandra Marra in DOMOTICA

Domotica e smart home, in Italia il mercato cresce del 52%

Il 41% degli italiani possiede un oggetto connesso; sensori di sicurezza in prima posizione

Domotica e smart home, in Italia il mercato cresce del 52%
19/02/2019 –Il mercato della casa connessa (Building automation e domotica) raggiunge un valore di 380 milioni di euro nel 2018, in crescita del 52% rispetto al 2017. Insieme al mercato crescono anche il livello di conoscenza e la diffusione degli oggetti connessi nelle case degli italiani: il 59% ha sentito parlare almeno una volta di casa intelligente e il 41% possiede almeno un oggetto smart, con le soluzioni per sicurezza (come sensori per porte e finestre) in prima posizione.   Sono alcuni dei risultati della ricerca sulla Smart Home dell’Osservatorio Internet of Things della School of Management del Politecnico di Milano presentata lo scorso 15 febbraio al convegno dal titolo “Smart Home: senti chi parla!”.   Domotica: i trend del mercato italiano Il [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 14 febbraio 2019

Criteri ambientali minimi, più della metà dei Comuni non li applica

Presentato alla Camera il primo report sui CAM: solo il 21% dei bandi è green

Criteri ambientali minimi, più della metà dei Comuni non li applica
14/02/2019 – Meno della metà dei Comuni italiani utilizza i criteri ambientali minimi nella predisposizione degli appalti. È emerso dal primo report sui CAM, elaborato dall’Associazione Comuni Virtuosi e dalla società Punto 3, con il supporto del consorzio Ecopneus e Sumus Italia, e presentato alla Camera con la deputata Leu Rossella Muroni.   CAM, i risultati del primo report La ricerca condotta riguarda le gare di 40 Comuni su 102 totali riferite al 2017. Nel 21% dei bandi sono contenuti i CAM e il 34% della spesa complessiva ne prevede l’applicazione. Il 55% dei Comuni, invece, non applica i CAM in nessuna categoria merceologica.   Sul totale degli “appalti green”, solo il 5% riguarda l’edilizia. Meglio gli arredi [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 14 febbraio 2019

Bonus mobili, ok alla detrazione se si sostituisce la caldaia

Agenzia delle Entrate: è necessario che ci sia un risparmio energetico rispetto alla situazione preesistente

Bonus mobili, ok alla detrazione se si sostituisce la caldaia
14/02/2019 – La sostituzione della caldaia consente di beneficiare del bonus mobili a condizione che ci sia un risparmio energetico rispetto alla situazione preesistente.   A chiarirlo l’Agenzia delle Entrate nelle Faq presenti nella nuova guida al bonus mobili. Sostituzione caldaia: è manutenzione straordinaria Ricordiamo che gli interventi di recupero del patrimonio edilizio, ammessi alla detrazione del 50%, costituiscono presupposto per l’accesso al ‘bonus mobili’, a patto che si tratti quanto meno di interventi di manutenzione straordinaria eseguiti su singole unità immobiliari abitative.   Gli interventi finalizzati al risparmio energetico e, in particolare, quelli che utilizzano fonti rinnovabili di energia, [Leggi tutto l'articolo ...]


mercoledì 13 febbraio 2019

Bonus per la casa, l’Agenzia delle Entrate aggiorna le guide

Novità, adempimenti e procedure per fruire nel 2019 della detrazione fiscale per le ristrutturazioni, del bonus mobili e dell’ecobonus

Bonus per la casa, l’Agenzia delle Entrate aggiorna le guide
13/02/2019 – L’Agenzia delle Entrate aggiorna le guide su bonus ristrutturazioni, bonus mobili ed ecobonus con le ultime novità fiscali, riassumendo gli adempimenti richiesti e le procedure da seguire per poterne usufruire.   Bonus ristrutturazioni: proroga e obbligo trasmissione dati Enea La guida al bonus ristrutturazioni ricorda che è possibile usufruire della detrazione Irpef 50% e del limite massimo di spesa di 96.000 euro per ciascuna unità immobiliare per le spese di recupero del patrimonio edilizio fino al 31 dicembre 2019.  Salvo che non intervenga una nuova proroga, dal 1° gennaio 2020 la detrazione tornerà alla misura ordinaria del 36% e con il limite di 48.000 euro.   Dal 2018 è stato introdotto l’obbligo [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 11 febbraio 2019

Prestazioni energetiche edifici, pubblicata la UNI/TS 11300-2:2019

La nuova norma riguarda il calcolo del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti nel non residenziale

Prestazioni energetiche edifici, pubblicata la UNI/TS 11300-2:2019
11/02/2019 - È stata pubblicata da UNI, lo scorso 7 febbraio, la UNI/TS 11300-2:2019 “Prestazioni energetiche degli edifici - Parte 2: Determinazione del fabbisogno di energia primaria e dei rendimenti per la climatizzazione invernale, per la produzione di acqua calda sanitaria, per la ventilazione e per l’illuminazione in edifici non residenziali”.   La nuova norma sostituisce la versione del 2014 e, rispetto a quest’ultima, contiene le seguenti novità:   - adeguamento a carattere editoriale alla premessa e all’introduzione raccordandole alle UNI/TS 11300 pubblicate nel 2016; - conversione a testo “normativo” di una nota “informativa” sui sistemi di regolazione; - aggiunta di un’appendice sul calcolo [Leggi tutto l'articolo ...]


giovedì 7 febbraio 2019

Fuksas 'reinventa' il sito di Fontvieille nel Principato di Monaco

L’idea nasce dall’osservazione degli elementi naturali presenti

Fuksas 'reinventa' il sito di Fontvieille nel Principato di Monaco
07/02/2019 - Massimiliano Fuksas e Doriana hanno vinto il concorso per la progettazione del sito di Fontvieille al fine di rivitalizzare il quartiere e il porto di Fontvieille nel Principato di Monaco. Il progetto fornisce risposte alle principali questioni commerciali, urbane, architettoniche ed ecologiche. Il nuovo progetto orienta l'edificio all’esterno, verso l’orizzonte, creando connessioni con l'ambiente ed il paesaggio circostante – l'isola di Ranieri III fino al mare, la Piazza di Canton, il Giardino Zoologico, la stazione della Telecabina e l'Avenue Alberto II. L’idea nasce dall’osservazione degli elementi naturali lì presenti: il mare e le verdi pendici delle colline mediterranee. Le linee curve ricordano il movimento delle [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
william
lunedì 11 febbraio 2019 - 10:05
E' una cag... pazzesca!! Uno scempio al paesaggio con spregio alle già presenti costruzioni che ne verrebbero danneggiate della loro veduta verso il mare.....
Giuseppe
lunedì 11 febbraio 2019 - 09:21
La struttura è molto bella ma inserita in quel contesto è inappropriata e violenta il paesaggio. Più che al cantico dei cantici mi fa pensare a " s'io fossi foco"
giovanin
sabato 9 febbraio 2019 - 09:29
Ci mancava il" Cantico dei cantici" ! Verificheranno il costo e la parcella " francescana". veramente sublime ..


giovedì 7 febbraio 2019
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Edilizia, i sindacati chiedono una politica industriale che rilanci la filiera

Il 15 marzo sciopero generale di tutti i settori: edilizia, legno, cemento, lapidei, laterizi

Edilizia, i sindacati chiedono una politica industriale che rilanci la filiera
07/02/2019 - Una cabina di regia presso Palazzo Chigi per riaprire i cantieri; un piano per la qualità delle materie prime al servizio di ristrutturazioni, rigenerazione e antisismico; una sistematizzazione degli incentivi.   Sono alcune delle richieste di Feneal Uil, Filca Cisl e Fillea Cgil, che hanno proclamato, per il prossimo 15 marzo, lo sciopero generale di tutti i settori della filiera delle costruzioni.   “Per rilanciare il Paese - dichiarano in una nota Vito Panzarella, Franco Turri e Alessandro Genovesi, Segretari Generali dei tre sindacati - occorre una politica industriale in grado di rilanciare l’intera filiera delle costruzioni: dall’edilizia ai materiali, dal settore del legno e arredo al cemento, dai lapidei al settore dei laterizi. Abbiamo [Leggi tutto l'articolo ...]


martedì 5 febbraio 2019
pubblicato da Rossella Calabrese in MERCATI

Come cambia l’edilizia: la domanda si contrae ma punta sul risparmio energetico

Ecco i risultati del primo dei sondaggi lanciati da Edilportale per immaginare gli scenari dei prossimi 10 anni

Come cambia l’edilizia: la domanda si contrae ma punta sul risparmio energetico
05/02/2019 - Un contesto socio-economico in forte mutamento, una committenza con nuovi bisogni e dinamiche, nuove competenze richieste ai progettisti e soluzioni tecnologiche innovative. Sono questi gli elementi che delineano il quadro di profondo cambiamento che il mondo dell’edilizia ha affrontato negli ultimi anni e che stanno stimolando il dibattito facendo emergere visioni e soluzioni.   Per immaginare gli scenari dei prossimi 10 anni e discuterne insieme nel corso di Edilportale Tour 2019, abbiamo lanciato un sondaggio volto a capire come è cambiata la committenza, sia pubblica che privata, come si sono riordinate le priorità e quali nuovi bisogni sono emersi. Ecco i risultati.   I progettisti che hanno risposto al questionario sono per oltre i tre quarti [Leggi tutto l'articolo ...]


lunedì 4 febbraio 2019
pubblicato da Rossana Vinci in EVENTI

Tutto Ponti. Gio Ponti Archi-Designer

La grande retrospettiva in mostra al MAD di Parigi fino al 10 febbraio

Tutto Ponti. Gio Ponti Archi-Designer
04/02/2019 - Ancora pochi giori per poter visitare la mostra dal titolo "Tutto Ponti, Gio’ Ponti archi-designer" presso il Museo delle Arti Decorative di Parigi. Architetto e designer tra i più influenti del XX secolo, anche se oggi Gio Ponti è ammirato dal pubblico di appassionati e desiderato dai collezionisti, il suo lavoro è ancora poco conosciuto in Francia. La rassegna ripercorre tutto il suo iter creativo dal 1921 al 1978 e mette in luce la sua straordinaria versatilità che lo ha portato a occuparsi di architettura, design industriale, arredamento, tessuti, illuminazione, arte vetraria, ceramica, oreficeria, editoria. Per raccontare il suo percorso multidisciplinare la mostra propone quasi 500 [Leggi tutto l'articolo ...]


venerdì 1 febbraio 2019

Criteri ambientali minimi, Anac: ‘imporli bloccherebbe gli appalti’

Raffaele Cantone: ‘sono una norma di civiltà ma impongono oneri rilevantissimi’

Criteri ambientali minimi, Anac: ‘imporli bloccherebbe gli appalti’
01/02/2019 – “I criteri ambientali minimi (CAM) sono una norma di civiltà, ma impongono anche oneri complessi in merito alla gestione dei singoli appalti”. A pensare che i CAM siano al momento inattuabili è il presidente dell’Autorità nazionale Anticorruzione (Anac), Raffaele Cantone, intervenuto in audizione in Commissione bicamerale di inchiesta sugli illeciti ambientali.   I CAM e il rischio di blocco per gli appalti pubblici Nell’ambito di una relazione complessiva sulle criticità riscontrate nell’applicazione del Codice Appalti, Cantone ha affermato che i CAM rappresentano una svolta, ma il loro utilizzo implica oneri complessi nella gestione dei singoli appalti.   “Se oggi si imponessero i CAM - ha dichiarato [Leggi tutto l'articolo ...]
commenti per questa notizia
Maurizio
domenica 3 febbraio 2019 - 13:51
I criteri ambientali minimi sono obbligatori e non imporli significa violare la norma. Non essendo Amministrazione attiva, tutto diventa semplice, sia dire che una prescrizione è obbligatoria sia no, io non collauderei oggi un'opera senza CAM dove invece ..
[Leggi questo commento]


» Tutte le news RISPARMIO ENERGETICO

Speciale RISPARMIO ENERGETICO sponsored by:

ARYA indoor
NORMABLOK PIU' HP
RISPARMIO ENERGETICO
Corsi di Formazione
QUASAM di Lucia De Rosa (Centro di Formazione Autorizzato O.P.N. EFEI ITALIA n. CFA.388) - Santa Maria Capua Vetere

ADDETTO AI LAVORI IN QUOTA E UTILIZZO DPI III CATEGORIA

Corso di specializzazione
  • Periodo: 20/02/2019 - 21/12/2019
QUASAM di Lucia De Rosa (Centro di Formazione Autorizzato O.P.N. EFEI ITALIA n. CFA.388) - Santa Maria Capua Vetere

ADDETTO ALLE ATTIVITA' DI APPOSIZIONE DELLA SEGNALETICA STRADALE E PREPOSTO

Corso di specializzazione
  • Periodo: 21/02/2019 - 22/12/2019
QUASAM di Lucia De Rosa - Napoli

AUDITOR DI SISTEMI DI GESTIONE DELL'ANTICORRUZIONE (UNI ISO 37001)

Corso di specializzazione
  • Periodo: 20/02/2019 - 22/12/2019
Alteas One


Tesa