Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, non piacciono le sanzioni per i professionisti che accettano compensi bassi
PROFESSIONE Equo compenso, non piacciono le sanzioni per i professionisti che accettano compensi bassi
FOCUS

Come migliorare le performance acustiche delle costruzioni in legno

ROCKWOOL spiega come sia possibile aumentare le capacità di fonoisolamento e fonoassorbimento utilizzando pannelli in lana di roccia a doppia densità

28/04/2022 - Si è svolto ieri il secondo Talk organizzato in collaborazione con ROCKWOOL. Si è parlato ancora di lana di roccia, questa volta come soluzione acustica per le costruzioni in legno.
 
Protagonisti della puntata sono stati l’arch. Gabriele RUSSO (Project Sales Specialist Centro Italia) e l’ing. Riccardo GANDOLFI (Acoustic Knowledge Manager LAT).
 
Secondo l’arch. Russo ci sono almeno cinque buoni motivi per costruire in legno:
1) impatto ambientale e benessere abitativi;
2) studio dei dettagli nella fase di progettazione;
3) costi fissi e tempistiche di realizzazione ridotte;
4) elevate prestazioni in risposta alla sismica;
5) elevate prestazioni energetiche e acustiche.
 
Queste caratteristiche, ha aggiunto l’architetto, determinano un trend crescente delle costruzioni prefabbricate in legno ed inoltre il livello di ingegnerizzazione raggiunto per le strutture portanti in legno XLAM permette di realizzare edifici multipiano in grado di accogliere molteplici funzioni: residenziale, terziario e miste.
 
La leggerezza è ciò che caratterizza principalmente i sistemi costruttivi in legno. Ma essa potrebbe creare un gap iniziale in termini di performance acustiche della costruzione, in particolar modo alle basse frequenze.
 
I due tecnici di ROCKWOOL durante tutto il talk hanno mostrato come sia possibile superare questo gap attraverso le soluzioni in lana di roccia.
 

Riguarda il video della diretta

 
L'energia di un'onda sonora incidente su una parete è in parte riflessa, in parte assorbita dalla parete e in parte trasmessa. “È molto più semplice mandare in vibrazione una struttura leggera di una pesante, ha affermato l’ing. Gandolfi, che ha poi aggiunto: una struttura in legno trasmette di più di una massiva tradizionale, e alle basse frequenze abbiamo i maggiori problemi.”
 
Per contrastare questo fenomeno è possibile intervenire con due principi di progettazione:
1) Principio massa – molla – massa, che consiste nel disaccoppiare, dove è possibile, elementi rigidi strutturali da quelli non strutturali.
2) Principio della desolidarizzazione, che consiste nel creare un sistema di scatola nella scatola (box in box) ossia svincolare gli elementi portati dai portanti.
 

La lana di roccia come soluzione per le costruzioni in legno

Nella scelta dell’isolante acustico due sono i parametri decisionali: la densità e lo spessore.
 
A parità di spessore, aumentando la densità aumenta la qualità dell'assorbimento alle basse frequenze perdendo un po’ alle medio-alte; invece, con densità costante aumentando lo spessore aumenterà moltissimo l'assorbimento alle basse frequenze lasciando invariato l'assorbimento alle medio-alte.
 
Una soluzione innovativa e alternativa sono i pannelli a doppia densità.
 
Il concetto di doppia densità è una caratteristica peculiare della ricerca ROCKWOOL, i pannelli a doppia densità sono quelli che meglio rappresentano l'ingegnerizzazione della fibra naturale in lana di roccia nei diversi campi di impiego.
 
Si tratta di pannelli che hanno una crosta più densa esterna con spessore ridotto e un corpo con densità minore interno.
 
Nel progetto acustico è importante che le frequenze siano il più basse possibile per ottenere un incremento della prestazione globale. Se lo strato isolante è troppo rigido si crea un buco di frequenza in corrispondenza delle risonanze di frequenze del sistema. È pertanto necessario scegliere un prodotto elastico, con rigidità dinamiche basse (frequenza inferiore ai 100 Hertz).
 
La soluzione ROCKWOOL per strutture in legno è RedArt, utilizzata anche per il cappotto termico di cui si è parlato in maniera approfondita nel primo talk dal titolo “Ristrutturare ai tempi del superbonus 110%”. RedArt è il primo ciclo ad aver ottenuto un’ETA, n. 18-0802, (valutazione tecnica europea) per tutti i supporti in legno.
 
 Grazie alla tecnologia della doppia densità all'interno di RedArt è possibile andare a spostare, direttamente all'interno del pannello, le masse dove servono maggiormente.

Il pannello si presenta quindi con:
- uno strato TOP (esterno) con densità maggiore, che facilita l'applicazione delle rasature e porta la densità dove serve, ovvero il più possibile all'esterno della parete di base, per ridurre quella che è la frequenza di risonanza;
- uno strato BASE (interno) con densità minore, più soffice, che migliora la risposta acustica.
 
I pannelli in lana di roccia a doppia densità quando sono abbinati a costruzioni in legno portano i seguenti ulteriori vantaggi:
- Dal punto di vista meccanico migliorano la ripartizione dei carichi. Lo strato superiore ripartisce il carico concentrato su una superficie più ampia.
- Dal punto di vista termico migliorano i flussi termici fase estiva. Lo strato isolante con maggiore densità controlla la migrazione termica dell’involucro edilizio in regime estivo, fornendo un sensibile incremento allo sfasamento termico.
 

Per realizzare una corretta stratigrafia acustica rivedi la diretta

 

Acustica delle costruzioni in legno, normativa di riferimento

Come accade per le strutture tradizionali, anche le strutture in legno sono soggette alle seguenti tipologie di rumori:
- rumori aerei tra differenti unità immobiliari;
- rumori esterni;
- rumori da calpestio;
- rumori di impianti a funzionamento continuo e discontinuo.

Il DPCM  5/12/1997 (la normativa sui requisiti acustici passivi) valido anche per le costruzioni in legno non da regole progettuali ma definisce performance acustiche da raggiungere in opera.
 
ROCKWOOL per facilitare il lavoro dei progettisti, che devono individuare le soluzioni più idonee a raggiungere le prestazioni acustiche in opera, mette a disposizione una serie di servizi per strutturare al meglio il progetto acustico, tra cui un manuale tecnico.

Il manuale è una sorta di abaco e contiene 80 schemi applicativi con lana di roccia, tutti testati in laboratorio. Questo documento tecnico mette a disposizione dettagli costruttivi, valori di trasmissione diretta, valori di input per il modello di calcolo delle perdite di fiancheggiamento, grazie a cui sarà possibile calcolare la prestazione attesa e verificare la rispondenza ai requisiti minimi passivi imposti dalla normativa.
 

Per richiedere la copia gratuita del manuale in formato digitale clicca​ QUI



 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione