Network
Pubblica i tuoi prodotti
Informazioni

Il Cappotto Spyrogrip Sismiko, il miglior sistema per aumentare la classe sismica e l’isolamento termico in un unico passaggio utilizzando gli incentivi di Sismabonus ed Ecobonus.

Il patrimonio edilizio italiano è soggetto ad una grande vulnerabilità data da diversi fattori, quali l’età e le caratteristiche tipologiche degli edifici presenti sul territorio. Per questo motivo l’Italia è da considerarsi tra i paesi a maggior rischio sismico dell’area mediterranea.
La Pontarolo Engineering presenta un nuovo prodotto in grado di mettere in sicurezza l’involucro edilizio aumentando l’efficienza energetica attraverso un processo che non necessità l’evacuazione degli ambienti interni.

Sismiko è un sistema innovativo brevettato di distanziatori e pannelli in EPS Twinpor, dall’alto potere isolante, che si installa direttamente sulla muratura esistente fungendo da cassero per la creazione di un piccolo strato in calcestruzzo armato addossato alla parete che ne migliora il comportamento sismico. I pannelli isolanti allo stesso tempo servono a contenere il getto di calcestruzzo e rimangono in opera come cappotto termico.

La ristrutturazione con il sistema Sismiko permette quindi di lavorare solo all’esterno dell’edificio, senza interrompere la normale attività al suo interno. È possibile inoltre inglobare nel sistema nuovi impianti a sostituzione di quelli esistenti, riducendo al minimo le operazioni di demolizione interne.
Il sistema permette quindi di consolidare la muratura esistente come un intonaco armato, ma già provvisto di isolamento termico. Migliora inoltre la resistenza al ribaltamento delle pareti di tamponamento, che in caso di sisma spesso collassano.

Il cappotto è inoltre realizzato in EPS Twimpor, la composizione di EPS (Polistirolo Espanso Sinterizzato) ad elevate prestazioni isolanti individuata dai ricercatori di Pontarolo Engineering. Il particolare mix di perle bianche e grafitate, ne conferisce infatti una elevata proprietà isolante (fino a λ=0,0316 W/m*K) e al tempo stesso ne risolve i problemi di riverbero della luce e cristallizzazione del materiale dovuti all’esposizione solare in cantiere. Infine, in un’ottica di salvaguardia dell’ambiente, viene aggiunta una percentuale maggiore del 10% di materia seconda da riciclo per l’ottenimento di prodotti conformi ai Criteri Minimi Ambientali (DM 11.10.2017).


Approfondimento
Il processo costruttivo

Il processo costruttivo avviene solo all’esterno del fabbricato, senza dover evacuare gli ambienti interni. Il lavoro consiste nella creazione di una lastra in calcestruzzo armata a contatto con la muratura esistente opportunamente collegata con dei connettori, in modo da creare un esoscheletro esterno atto a dar una maggior sismo-resistenza isolando al contempo il fabbricato.

La posa
1. Applicare gli inghisaggi alla struttura esistente secondo il progetto definito dall’ingegnere, e fissare opportunamente la rete elettrosaldata alla muratura con l’adeguato copriferro.
2. Procedere con il fissaggio dell’eventuale profilo di partenza in alluminio, per poi posizionare la prima fila di pannelli in Twinpor.
3. Posare un pannello alla volta, applicando i distanziatori del sistema Sismiko tra la muratura esistente e il pannello.
4. Regolare il distanziatore ruotandone il corpo a vite, in modo da ottenere il distanziamento necessario.
5. Eseguire un foro dall’esterno del pannello fino alla muratura esistente, attraverso il distanziatore.
6. Applicare, nel foro appena eseguito, l’opportuno tassello da cappotto, fissando così il pannello alla parete, mantenendolo alla distanza necessaria.
7. Una volta posata la prima fila di pannelli si può procedere al riempimento con calcestruzzo, gettato con cautela, venti centimetri alla volta. È necessario porre attenzione a non sporcare di calcestruzzo i denti di incastro dei pannelli per non comprometterne il corretto aggancio, possibilmente coprendo in fase di getto il lato superiore del pannello in Twinpor con del nastro o con un profilo rigido.
8. Proseguire poi con la posa della successiva fila di pannelli e ripetere le stesse operazioni.

I vantaggi del cappotto Sismiko

I vantaggi che si ottengono utilizzando Il nuovo cappotto Spyrogrip Sismiko sono diversi. Innanzitutto l’edificio rimane agibile durante i lavori, creando il minimo disagio. Infatti, l’intervento avviene all’esterno dell’edificio e non intacca le aree interne. È un sistema regolabile per ogni esigenza di rinforzo e isolamento e non necessita di una nuova fondazione. È inoltre facilmente sagomabile e regolabile in cantiere ed applicabile ad ogni tipologia di muratura esistente. Grazie a questo sistema si ottengono rinforzo sismico del fabbricato e isolamento termico in modo facile, non invasivo ed economico.

Produttore

PONTAROLO

SPYROGRIP SISMIKO
Sistema per isolamento a cappotto
Sito web
Contatta direttamente PONTAROLO
Altri prodotti PONTAROLO

Conferma la tua posizione

per scoprire le offerte valide nella tua zona

CAP
OK
Usa la mia posizione
x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati