Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Nuovo Codice Appalti, la filiera delle costruzioni chiede di essere coinvolta nella stesura
NORMATIVA Nuovo Codice Appalti, la filiera delle costruzioni chiede di essere coinvolta nella stesura

Catasto, valori e rendite saranno aggiornati sulla base dei prezzi di mercato

Ma non faranno aumentare le tasse. Previsti strumenti e banche dati comuni per individuare gli immobili non censiti e quelli abusivi

Vedi Aggiornamento del 12/08/2022
Foto: governo.it
di Rossella Calabrese
Vedi Aggiornamento del 12/08/2022
05/10/2021 - Modernizzare gli strumenti di mappatura degli immobili e rivedere il catasto dei fabbricati. È uno degli articoli più controversi del ddl delega fiscale (bozza entrata in CdM) approvata oggi pomeriggio dal Consiglio dei Ministri.
 
La tanto discussa riforma del Catasto è stata pensata secondo due macro-obiettivi.
 
Il primo è quello che punta ad innovare il sistema di rilevazione catastale degli immobili, con l’introduzione di nuovi strumenti a disposizione dei Comuni e dell’Agenzia delle Entrate e con l’interoperabilità dei sistemi informativi, per individuare gli immobili non censiti, i terreni edificabili accatastati come agricoli, gli immobili abusivi.
 
Parallelamente si prevede di aggiornare il catasto dei fabbricati, entro il 1° gennaio 2026, secondo specifici principi e criteri direttivi.
 


Il primo criterio è quello di attribuire a ciascuna unità immobiliare il suo valore patrimoniale e della rendita sulla base, ove possibile, del normale valore di mercato.
 
Saranno previsti meccanismi di adeguamento periodico dei valori patrimoniali e delle rendite delle unità immobiliari urbane, in relazione alle modificazioni delle condizioni di mercato di riferimento e comunque non al di sopra del valore di mercato.
 
Si prevedono adeguate riduzioni del valore patrimoniale medio ordinario per le unità immobiliari riconosciute di particolare interesse storico e artistico, in considerazione dei particolari e più gravosi oneri di manutenzione e conservazione nonché dei complessi vincoli legislativi alla destinazione, all’utilizzo, alla circolazione giuridica e al restauro.
 
Infine, la ‘rassicurazione’ per chi teme aumenti della tassazione immobiliare: la bozza prevede che le informazioni rilevate secondo i principi sopra indicati non vengano utilizzate per la determinazione della base imponibile dei tributi la cui applicazione si fonda sulle risultanze catastali.

Nessuno pagherà di più e nessuno pagherà di meno” - ha affermato il Presidente Mario Draghi in conferenza stampa, confermando quanto detto nei giorni scorsi. “Il contribuente medio non si accorgerà di nulla” - ha aggiunto il premier rispondendo ai giornalisti.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Nicola

"Nessuno si accorgerà di nulla.... Useremo vasellina di qualità."

Sondaggi Edilportale
Energia, edilizia, impianti, progetto: la Renovation Wave è il futuro?
Partecipa
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione