Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione

Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione

Una doccia non potrà mai essere confortevole se non ha un sistema di scarico adeguato che consenta la corretta evacuazione dell’acqua

Scarico doccia a piletta - Foto: sergeyback 123rf.com
Scarico doccia a piletta - Foto: sergeyback 123rf.com
di Rossella di Gregorio
31/01/2024 - Il sistema di scarico doccia ha l’importante funzione di garantire l'adeguato deflusso dell'acqua ed evitare traboccamenti. Una doccia non potrà mai essere confortevole se non ha un sistema di scarico adeguato che consenta la corretta evacuazione dell’acqua.
 
Lo scarico doccia è parte del sistema di scarico dell'intero impianto del bagno e, come tale, soggetto alle stesse regole progettuali.
 

Come è fatto l’impianto idrico del bagno

Un impianto idrico è composto:
 
  • dall’impianto di carico, per l’adduzione e distribuzione dell'acqua;
  • dall’impianto di scarico, per lo scarico delle acque reflue.
 
L’impianto di carico, raggiunge tutte le apparecchiature che erogano acqua, quindi cucina compresa e può essere a collettore o a derivazione.
 
Per impianto di scarico si intende quell’insieme di tubazioni, raccordi e apparecchiature necessarie a ricevere, convogliare e smaltire le acque grigie provenienti dagli apparecchi sanitari ad uso domestico. Le reti di scarico devono consentire l’evacuazione, rapida e senza ristagni, delle acque di rifiuto verso il sistema di smaltimento esterno.
 

Come funziona lo scarico doccia

Gli impianti di scarico funzionano per gravità, ne consegue che le acque di scarico scendono per proprio peso. Affinché il deflusso delle acque avvenga correttamente è importante realizzare le adeguate pendenze.
 
A differenza di tutti gli altri scarichi presenti nel bagno, quello della doccia ha il punto di scorrimento più basso, questo vuol dire che lo scarico doccia è quello che deve avere la pendenza maggiore.
 
Seconda la norma UNI EN 12056-2 la pendenza minima adottabile per la diramazione di scarico d’allacciamento della doccia alla colonna montante deve essere tra il 2% e il 3% e deve essere il più uniforme possibile. Una pendenza minore del tubo, che collega lo scarico del piatto doccia con le tubature generali, potrebbe causare intasamento e traboccamento dell’acqua.
 

Come dimensionare lo scarico doccia

Per dimensionare le tubazioni che costituiscono il sistema di scarico è necessario conoscere la portata media di scarico (litri/sec) degli apparecchi sanitari. La portata media di scarico è la quantità d'acqua che può essere drenata attraverso il sistema di scarico in un dato periodo di tempo.
 
È sempre la normativa UNI EN 12056-2 che definisce per ogni apparecchio sanitario il relativo valore minimo di portata di scarico, il Drainage Unit (DU) letteralmente Unità di Drenaggio:
 
  • per doccia senza tappo DU = 0,6 l/s;
  • per la doccia con tappo DU = 0,8 l/s.
 
Le condotte devono essere dimensionate in modo appropriato onde evitare ostruzioni, emissioni di cattivi odori verso i locali abitati, elevata rumorosità di scarico e ritorni di schiuma. Una sezione sottodimensionata può impedire lo scarico, ma una sezione eccessiva favorisce la formazione di incrostazioni e sedimenti con progressiva riduzione di sezione e possibilità di intasamento.
 

Tipologie di sistemi di scarico per doccia

Uno scarico si compone di sifone, piletta, griglia e guarnizioni. In base al tipo di piletta si distinguono differenti sistemi di scarico per doccia:
 
  • sistema classico, detto anche a piletta sifoide. È composto da una piletta collegata a un sifone (a deflusso verticale o orizzontale);
  • sistema orientabile, detto anche a piletta orientabile. È composto da una piletta sifoide e un meccanismo di rotazione dello scarico;
  • sistema a canalina o semplicemente canalina. È composto da una griglia lunga e stretta, a pavimento o a parete, collegata ad un sistema di drenaggio, a sua volta collegato al sifone.
 
La scelta del sistema va fatta in base al tipo di doccia da installare (con piatto doccia standard, con piatto doccia ultrasottile, con piatto doccia incassato a filo pavimento o doccia a pavimento in muratura) e all'altezza disponibile per il deflusso.

Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione Scarico per doccia con piletta a fungo orientabile DOMOPLEX ©Viega Italia
 
Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione 
Canalina per doccia in acciaio inox PP DRAIN AQUA CLASSIC COVER ©PROFILPAS


Il ruolo del sifone nello scarico doccia

Un sifone è un dispositivo a forma di "U" o a “S” che raccorda la doccia alla tubazione del sistema di scarico. Il sifone consente il passaggio di liquidi da un punto più alto a uno più basso, sfruttando la pressione atmosferica per creare un flusso unidirezionale.
 
La funzione del sifone è quella di impedire la diffusione di gas maleodoranti o liquidi dall'impianto idraulico, contribuendo a mantenere l'efficienza e l'igiene del sistema.
 
Caratteristica fondamentale del sifone è la Tenuta Idraulica (H), essa rappresenta la capacità del dispositivo di mantenere una barriera stagna all'interno del sistema idraulico, impedendo il passaggio di aria o liquidi indesiderati.
 
La barriera stagna è creata mantenendo una certa quantità d'acqua, per un’altezza minima, nel tubo del sifone. L’acqua funge praticamente da sigillo.
 
L’altezza del sifone potrebbe dunque essere un problema nel passaggio da un piatto doccia classico ad un piatto doccia ultrasottile o ad una moderna doccia a pavimento. Tale problematica si riscontrava maggiormente nell’ambito di una ristrutturazione. Ma, grazie ai sifoni ad altezza ribassata, frutto dell’innovazione tecnologica del settore idro-sanitario, è stato possibile superare questo ostacolo.
 

Lo scarico doccia a piletta

La piletta è quell’elemento del sistema di scarico visibile sul fondo del piatto doccia e ha lo scopo di trattenere gli eventuali residui.
 
La piletta può essere:
 
  • a griglia;
  • a fungo.
 
Possono essere realizzate in PVC o polipropilene, materiali leggeri ed estremamente resistenti, oppure in acciaio inossidabile, che è resistente alla corrosione.
 
Sul mercato esistono diversi tipi di piletta per lo scarico della doccia a seconda della tipologia di installazione, tradizionale o a filo pavimento.
 
Gli ultimi modelli di pilette sono ispezionabili. Sono infatti dotati di una parte centrale estraibile, per verificare lo stato del sifone ed eventualmente provvedere alla sua pulizia.

Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazioneScarico con piletta a griglia a pavimento in acciaio inox OLIFILO CENTRO ©OLI
 

Canalina di scarico

L’uso della canalina si è molto diffuso negli ultimi anni. Una delle ragioni che giustifica questo successo è la capacità di questo elemento di essere in sintonia con la tendenza alla semplificazione promossa da designer ed architetti.
 
La canalina ha infatti un aspetto innovativo rispetto alla piletta, è quasi a scomparsa e in grado di minimizzare l'impatto visivo dell'intero gruppo doccia.
 
Lo scarico doccia a canalina può essere installato a parete o a pavimento, e presenta i seguenti vantaggi:
 
  • migliore scivolamento d'acqua e impermeabilità superiore;
  • ispezionabilità facilitata;
  • massima personalizzazione.
 
Tuttavia, per installare questa tipologia di scarico è necessario avere un piatto doccia predisposto e creare la corretta pendenza; pertanto, nel momento in cui si effettua la ristrutturazione del bagno e si decide di cambiare il piatto doccia, bisogna esporre sin da subito l’intenzione di mettere questo tipo di scarico.

Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione ​Canalina per doccia a pavimento in acciaio inox con finitura in PVD TECEdrainprofile PVD ©TECE


Scarico doccia a parete 

Lo scarico a parete per doccia a filo pavimento rappresenta un’ulteriore evoluzione dell’installazione a incasso. In questo caso l’acqua defluisce attraverso una fessura sullo spigolo fra pavimento e parete. 

Questa tipologia di scarico è molto compatta e viene incassato nella parete, anziché nel pavimento, creando così i presupposti per una doccia piana e totalmente accessibile. I modelli oggi presenti sul mercato hanno una profondità di installazione minima di soli 80 mm fino al bordo superiore delle piastrelle, questo li rende una soluzione adatta anche alle ristrutturazioni.

La completa mancanza di interruzioni permette di realizzare docce personalizzate, ma anche un eventuale riscaldamento a pavimento sotto la superficie.

Sistemi di scarico doccia: funzioni, tipologie ed installazione Scarico doccia a parete ©Geberit



 
Le più lette