Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
NORMATIVA Superbonus 110%, ecco il modulo unico CILAS
LAVORI PUBBLICI

Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi

di Paola Mammarella

Ministro Giovannini: ‘manteniamo l’impegno di avviare al più presto la realizzazione di opere ferme da tempo’

Vedi Aggiornamento del 05/07/2021
Commenti 9063
Foto: Katarzyna Bialasiewicz©123RF.com
16/06/2021 – È stata sottoposta all’attenzione del Parlamento la lista di 44 opere prioritarie, da oltre 13 miliardi di euro, da affidare a 13 commissari.
 
Si tratta della seconda lista, annunciata nei giorni scorsi dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili (MIMS), Enrico Giovannini, che si aggiunge al primo elenco da 83 miliardi, per le quali lo scorso aprile sono stati nominati 29 commissari. Le due liste di opere prioritarie sono state elaborate in attuazione della Legge Sblocca Cantieri del 2019.
 
Se, scrive il Ministero in una nota, il Parlamento esprimesse parere favorevole, diventerebbero 101 le opere commissariate, per un valore complessivo di 95,9 miliardi di euro, di cui 28,7 miliardi al Nord (30%), 27,2 miliardi al Centro (28%) e 40 miliardi al Sud (42%).  
 

Scarica l’elenco completo delle 44 opere

 

Sblocca Cantieri, le 44 opere proposte al Parlamento

Le 44 opere proposte, per un valore di 13,2 miliardi di euro sono così suddivise:
 
Strade 4,2 miliardi di euro
6 al Nord (1,6 mld di euro)
4 al Centro (0,5 mld di euro)
8 al Sud (2,1 mld di euro)

Ferrovie 6,9 miliardi di euro
8 al Nord (5,4 mld di euro)
5 a Centro (1,1 mld di euro)
2 al Sud (0,4 mld di euro)

Trasporto rapido di massa 1,8 miliardi di euro
1 al Centro (0,7 mld di euro)
1 al Sud (1,1 mld di euro)
 
Presidi di pubblica sicurezza 0,2 miliardi di euro
1 al Nord (0,075 mld di euro)
6 al Centro (0,1 mld di euro)
 2 al Sud (0,01 mld di euro)
 

Sblocca Cantieri, i criteri per la scelta delle 44 opere

sono state considerate prioritariamente quelle inserite in documenti di pianificazione strategica, in avanzato stato di progettazione, con un quadro finanziario definito e la cui realizzazione determina significativi impatti positivi dal punto di vista socioeconomico. 
 
Le opere stradali proposte per il commissariamento sono finalizzate ad agevolare la connessione con le aree interne del Paese, ad adeguare la viabilità ai mutati fabbisogni di trasporto e ad aumentate la sicurezza delle infrastrutture. Nell’elenco ci sono interventi sulla SS28 Tangenziale di Mondovì, sulla SS64 Porrettana, sulla SS80 Gran Sasso d’Italia, sulla SS372 Telesina, sulla SS268 del Vesuvio, sulla ‘Aurelia bis’ in Liguria.
 
Per quanto riguarda le infrastrutture ferroviarie, alcune opere da commissariare riguardano anche i luoghi interessati dai Giochi Olimpici invernali 2026 di Milano-Cortina. L’elenco propone l’adeguamento del tracciato per l’adduzione al tunnel ferroviario transfrontaliero del nuovo collegamento Torino-Lione, interventi per i collegamenti con porti e aeroporti e l’elettrificazione di linee ferroviarie al Sud.
 
Nel settore del trasporto pubblico locale, le opere da commissariare riguardano la metropolitana di Catania, con il prolungamento fino all’aeroporto di Fontanarossa, e il potenziamento di linee tranviarie a Roma.
 

Commissariamento, Giovannini: ‘in futuro sarà un evento eccezionale

“Con questo secondo elenco presentato al Parlamento manteniamo l’impegno di velocizzare la realizzazione di opere attese da anni e di creare un sistema di verifica sullo stato di attuazione tramite la pubblicazione sul sito del Ministero dei relativi cronoprogrammi e degli stati di avanzamento” ha commentato il Ministro Giovannini.
 
Giovannini ha spiegato che i commissari potranno contare sul supporto dell’unità di contatto creata presso il Ministero e che col nuovo DL Semplificazioni è stata aperta una pagina per velocizzare l’autorizzazione e l’attuazione. “In futuro – ha concluso il Ministro Giovannini - il ricorso ai commissariamenti dovrà essere un evento eccezionale, perché le nuove procedure dovrebbero permettere di realizzare le opere nei tempi previsti”.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui