Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
NORMATIVA Nuovo Testo Unico Edilizia, passi avanti per la proposta di legge
PROFESSIONE

Professionisti, nuovi aiuti a fondo perduto in arrivo

di Rossella Calabrese

Nel DL Sostegni Bis un nuovo bonus uguale a quello di marzo e un contributo per chi ha subìto ulteriori perdite economiche

Commenti 53740
Foto: VIKTOR Zadorozhniy © 123rf.com
05/05/2021 - I professionisti e le Partite Iva che hanno ricevuto il contributo a fondo perduto con il primo Decreto Sostegni, lo riceveranno di nuovo, nella stessa misura. Chi ha subìto ulteriori perdite economiche potrà rifare la domanda per ottenere un contributo più alto.
 
Lo prevede la bozza del DL Sostegni Bis che il Governo si appresta ad approvare entro questa settimana.
 

Nuovo contributo uguale a quello ricevuto a marzo 2021

I soggetti già beneficiari dell’aiuto economico introdotto dal DL Sostegni, riceveranno nuovamente il bonus una tantum, senza la necessità di presentare un’ulteriore istanza.

Tale contributo dovrebbe essere erogato direttamente dall’Agenzia delle Entrate, a condizione che i destinatari abbiano, alla data di entrata in vigore del DL Sostegni Bis, la partita IVA attiva e non abbiano indebitamente percepito il precedente contributo.
 
La bozza conferma anche la modalità di fruizione già scelta dal beneficiario nelle precedenti istanze: erogazione diretta sul conto corrente bancario o postale o riconoscimento di un credito d’imposta da utilizzare in compensazione tramite modello F24.
 
Per i soggetti ‘forfettari’ (tutti appartenenti alla fascia di ricavi e compensi fino a 400 mila euro annui), che non presentano dichiarazione IVA, è stato considerato l’importo medio mensile dei componenti positivi di reddito dichiarati.
 
Il contributo spettante è stato calcolato applicando le percentuali previste per la relativa fascia di ricavi e compensi alla differenza stimata tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi degli anni 2020 e 2019.
 
Inoltre, sono stati considerati i limiti minimi individuali (1.000 euro per le persone fisiche e 2.000 euro per gli altri soggetti), nonche´ il limite massimo di 150 mila euro per tutti i soggetti.
 
A questa operazione, sono destinati 11,1 miliardi di euro.
 
 

Nuovo contributo per chi ha registrato (ulteriori) perdite

È previsto un contributo a fondo perduto per i titolari di partita IVA che nel secondo periodo d’imposta antecedente l’entrata in vigore del DL Sostegni Bis non abbiano registrato ricavi superiori ai 10 milioni di euro e che abbiano subìto una perdita del fatturato medio mensile di almeno il 30% nel periodo compreso dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto al periodo compreso tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020.
 
Per quantificare questo contribuito si considera, quindi, un diverso periodo temporale di riferimento ai fini del calcolo del calo delle fatture e dei corrispettivi medie mensili, cioè il periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 rispetto al periodo dal 1° aprile 2019 al 31 marzo 2020. Restano fermi gli altri requisiti, i criteri di calcolo e le modalità già previste nel DL Sostegni.
 
Questo contributo è alternativo a quello che ‘bissa’ il bonus a marzo 2021. Infatti, i soggetti che, in virtù della domanda presentata per il riconoscimento del contributo di marzo, siano di diritto beneficiari della seconda tranche, potranno ottenere l’eventuale maggior valore del contributo e da quest’ultimo verranno scomputate le somme gia` riconosciute dall’Agenzia delle Entrate.
 
La quantificazione del contributo - si legge ancora nella bozza del DL Sostegni Bis - è determinata applicando alla differenza tra l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo dal 1° aprile 2020 al 31 marzo 2021 e l’ammontare medio mensile del fatturato e dei corrispettivi del periodo compreso tra il 1° aprile 2019 e il 31 marzo 2020 le stesse percentuali fissate dal DL Sostegni.
 
I termini e le modalità attuative di presentazione dell’istanza saranno disciplinati con provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate.
 
A questo nuovo bonus sono destinati poco meno di 3 miliardi di euro.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Leggi i risultati