Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Dalla Pubblica Amministrazione nuovo concorso per 2.022 tecnici
PROFESSIONE Dalla Pubblica Amministrazione nuovo concorso per 2.022 tecnici
FOCUS

Sistema a Cappotto ETICS: stato dell’arte e prospettive future

di Rosa di Gregorio

I temi chiave del Forum Europeo sul Sistema di Isolamento Termico a Cappotto organizzato dall’associazione europea EAE

Vedi Aggiornamento del 04/10/2021
mrtwister©123RF.com
20/09/2021 - ETICS è l'abbreviazione di External Thermal Insulation Composite System, i cosiddetti Sistemi a Cappotto, cioè quelle soluzioni certificate e realizzate con materiali le cui proprietà sono state verificate e certificate come compatibili fra loro.
 
Grazie alle nuove politiche europee in tema di sostenibilità negli ultimi tre anni si è registrato un aumento dell’uso di questa tecnologia. Si stima che nell’area geografica europea nel 2020, nonostante i limiti imposti dalla pandemia, siano state rivestite superfici con sistema a cappotto ETICS per un totale di 332 milioni di mq.
 
Il risultato deriva da un’indagine svolta nella primavera 2021 dall’EAE, l’associazione europea per i Sistemi ETICS e che è stato presentato lo scorso 16 settembre durante il 5° Forum europeo ETICS 2021 tenutosi online, caratterizzato da un’agenda ricca di contenuti e relatori e che è possibile rivedere sul sito EAE.
 
“Perché gli edifici sono fondamentali per raggiungere gli obiettivi del 2050?” è stato l’interrogativo dal quale Ralf Pasker, managing director EAE, ha preso spunto per soffermarsi sul Renovation Wave, la nuova strategia per rinnovare il patrimonio immobiliare pubblico e privato, parte integrante dell’European Green Deal o Patto Verde europeo, l’insieme di iniziative politiche proposte dalla Commissione europea con l'obiettivo generale di raggiungere la neutralità climatica in Europa entro il 2050.
 
Il settore delle costruzioni offre una grande leva per lo sviluppo, ed è essenziale per l’Europa per raggiungere il suo ambizioso obiettivo entro il 2050: ridurre la domanda di energia e le emissioni di CO2.
 
Secondo il relatore l’uso dei sistemi a cappotto ETICS contribuisce a raggiungere la meta. “L’uso di sistemi ETICS è efficace sia per l’economia che per le persone. Per l’economia perché l’efficienza energetica è un investimento per la nostra società e non un costo.
 
I sistemi ETICS supportano la transizione energetica rendendo l'economia europea meno dipendente dall'importazione dell'energia. Possono essere usati per le nuove costruzioni e le ristrutturazioni, così come per “aggiornare” facciate già precedentemente isolate, interventi di ETICS-on-ETICS.
 
Per le persone, diversi sono i benefici, in primo luogo il comfort termico e la qualità della vita, a cui si aggiunge la non meno importante lotta alla "povertà energetica”, ovvero l'incapacità da parte di famiglie o individui di acquistare un paniere minimo di beni e servizi energetici, con conseguenze sul loro benessere”, ha poi affermato Pasker.
 
Proprio per questo la UE ha intenzione di revisionare entro il 31 dicembre 2021 l'EPBD (Energy performance of buildings directive) per renderla adatta agli imminenti obiettivi del 2030, strategici per arrivare con successo al 2050.
 
L’EPBD è la direttiva europea recepita dalla normativa italiana in materia di risparmio energetico.
 
Secondo Hélène Sibileau, del BPIE (Buildings Performance Institute Europe), “i prossimi dieci anni saranno la decade del make or break (fare o disfare)”.
 
Quattro saranno i pilastri di questo “cambiamento”:
1. Una Visione 2050 più concreta e ambiziosa.
2. Standard e strumenti per raggiungere la neutralità climatica per tutti gli edifici.
3. Ecosistema di politiche trasformative per l'intero patrimonio edilizio.
4. Edifici per le persone: portare tutti a bordo dell'onda del rinnovamento.
 

Sistemi a Cappotto ETICS, mercato europeo e nazionale

Ritornando ai risultati dell’indagine EAE è interessante leggere alcuni risultati sul mercato europeo ETICS, che possono aiutare anche a comprendere le tendenze in Italia.
 
I materiali isolanti maggiormente utilizzati nel 2020 sono stati l’EPS con il 70%, la Lana Minerale (mineral whool MW) al 26% e un 4% per gli altri materiali isolanti.
 
Anche se l’EPS è preponderante, si è potuto osservare che tra il 2017 e il 2020 la quota di prodotti isolanti utilizzati in ETICS si è leggermente spostata dall’EPS alla MW.
Tale tendenza di mercato è dovuta essenzialmente ad una carenza di materia prima, che vede invece per gli altri materiali, come le fibre di legno e lana minerale, maggiore disponibilità dei componenti.
 
Altri aspetti rilevanti sono un generale aumento del prezzo e la mancanza di installatori specializzati che influenzano l’andamento di mercato in modo negativo.
“Si prevede che, una volta che verranno messi in atto tutti i piani di ripresa e resilienza, l’andamento del mercato cambierà significamente”, ha affermato Ralf Pasker.
 
Per quanto riguarda l’Italia, l’indagine condotta da EAE, rivela che al 1° settembre 2021 è constatabile una crescita del mercato ETICS di circa il 50%. Crescita, ha detto Pasker, veicolata dagli incentivi messi a disposizione dal Superbonus 110%.
 
“La crescita sarebbe stata migliore se non ci fossero stati i limiti della fornitura della materia prima; riponiamo la speranza nella proroga, oltre il 30 giugno 2022, del Superbonus 110%, grazie agli aiuti che lo strumento di ripresa e resilienza europeo ha messo a disposizione dell’Italia”, ha detto Ralf Pasker.
 

Resta aggiornato sul Piano Nazionale di ripresa e resilienza!


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati