Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
NORMATIVA Superbonus 110%, la caldaia a condensazione permette il ‘salto di classe’?
IMPIANTI

Sicurezza impianti: niente proroghe per il Testo unico Edilizia

di Rossella Calabrese

In vigore dal 2008 norme più severe per gli impianti negli edifici con destinazione commerciale e produttiva

Vedi Aggiornamento del 03/04/2008
Commenti 26174
30/01/2008 - È entrato in vigore ormai da quasi un mese il Capo V del Testo Unico dell’Edilizia ( Dpr n. 380 del 6 giugno 2001 ) relativo alla sicurezza degli impianti.

Gli operatori attendevano l’ennesima proroga, in attesa che venisse emanato il Regolamento che riordina la normativa tecnica impiantistica all’interno degli edifici (previsto dall’art. 11-quaterdecies, comma 13, della legge 248/2005) e che abrogherà gran parte della Legge 46/1990 e del relativo regolamento di attuazione (Dpr 447/1991).

Ma nel frattempo né la Finanziaria 2008 né il decreto Milleproroghe (DL 248/2007) hanno previsto l’ulteriore slittamento delle norme del TU Edilizia che disciplina gli impianti e le relative norme di sicurezza.

Ricordiamo che la prima proroga è stata disposta dal DL 86/2005, convertito nella Legge 148/2005 che ha fatto slittare al 1° luglio 2006 l’entrata in vigore della Parte II, Capo V del Dpr 380/2001.

Successivamente l’art. 11-quaterdecies, comma 13, del DL 203/2005, convertito nella Legge 248/2005, prevedeva che entro 24 mesi dalla propria entrata in vigore (quindi entro il 3 dicembre 2007), il Ministro delle attività produttive avrebbe riordinato le disposizioni in materia di installazione degli impianti all'interno degli edifici.

Con il DL 173/2006, convertito nella legge 228/2006, il termine del 1° luglio 2006 previsto dalla Legge 148/2005 veniva prorogato fino all’attuazione del suddetto art. 11-quaterdecies, comma 13, e comunque non oltre il 1° gennaio 2007.

Ma prima del 1° gennaio 2007, il DL 300/2006 (poi convertito nella legge 17/2007) ha prorogato il termine del 1° gennaio 2007 fino alla data di entrata in vigore del regolamento recante norme sulla sicurezza degli impianti, di cui all'articolo 11-quaterdecies, comma 13, lettera a) (il riordino delle disposizioni in materia di attività di installazione degli impianti all'interno degli edifici) della Legge 248/2005, e comunque, non oltre il 31 dicembre 2007. Veniva disposto inoltre che, a decorrere dalla data di entrata in vigore del suddetto regolamento, sarebbero stati abrogati il regolamento di cui al Dpr 447/1991, gli articoli da 107 a 121 del Testo Unico dell’Edilizia, e la legge 46/1990, ad eccezione degli articoli 8, 14 e 16, le cui sanzioni si raddoppiano per le violazioni degli obblighi previsti dallo stesso regolamento.

Il Regolamento, che avrebbe dovuto essere pronto entro il 3 dicembre 2007, ha già ottenuto il parere favorevole del Consiglio di Stato ( leggi tutto ) ed è in via di emanazione.

La principale novità introdotta dall’entrata in vigore del Capo V del Testo Unico dell’Edilizia consiste nell’estensione agli impianti situati in edifici con destinazione commerciale e produttiva delle norme che la legge 46/1990 riservava ai soli edifici con destinazione residenziale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Partecipa