Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus facciate, pubblicata la Guida aggiornata
NORMATIVA Bonus facciate, pubblicata la Guida aggiornata
RISPARMIO ENERGETICO

L’Aquila e Comuni del cratere, un accordo per diventare Smart Cities

di Giovanni Carbone

Innovazione tecnologica ed efficienza energetica per trasformare i territori colpiti dal sisma il 6 aprile 2009

Vedi Aggiornamento del 19/03/2015
Commenti 6516
16/08/2013 - Migliorare la qualità della vita con l’innovazione tecnologica e la ricerca più avanzata nel campo dell’efficienza energetica, in un processo di pianificazione integrata.
Tutto questo è “Smart City Agreement”, il progetto di sviluppo economico sostenibile che coinvolge la Città de L’Aquila e i Comuni del Cratere colpiti dal sisma del 6 aprile 2009.
 
L’obiettivo delle parti è sostenere un processo condiviso di trasformazione dei rispettivi territori in “Smart Cities”, città intelligenti capaci di coniugare lo sviluppo economico con il rispetto dell’ambiente per ridurre gli sprechi, ottimizzare l’uso delle risorse e agevolare la vita ai cittadini.
 
Per l’attuazione del progetto è stato siglato un accordo di collaborazione tra il Comune de L’Aquila, rappresentato dall’assessore alle opere pubbliche, Alfredo Moroni e il coordinamento Comuni del Cratere.
 
L’accordo è finalizzato allo sviluppo economico delle aree interessate non solo nell’ambito degli aspetti ordinari del governo del territorio, ma ancor di più nelle tematiche relative alla ricostruzione post-sisma.
 
“Al giorno d’oggi - ha dichiarato l’assessore Moroni - è necessario un ripensamento dell’intero governo del territorio, gli Enti Locali si trovano ad affrontare la sfida di una società sempre più tecnologica e sempre più rinnovata rispetto ai modelli di governance del passato”.
 
“In questo quadro - ha proseguito l’assessore - è necessario ripensare l’azione dei Comuni rendendola adatta a gestire il territorio e a regolare i nuovi scenari che nascono dall’integrazione della tecnologia nella vita quotidiana del cittadino”.
 
“Smart City - ha concluso l’assessore - risulta, ad oggi, il modello di riferimento per un’amministrazione moderna ed efficace, è naturale quindi, in questo contesto, fare rete tra le varie realtà territoriali connesse tra di loro da fenomeni culturali ed economici che sono il sostrato connettivo di un territorio quale quello del Cratere sismico”.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Iader Marani

CONSIGLIO la visita ...... SAIE dal 16/19 ottobre 2013 nel padiglione centro ricerche DELL'EMILA ROMAGNA con la collaborazione di UNIBO/UNIFE , fara' la presentazione di un nuovo sistema costruttivo sperimentato già dal 2007 : pannello di tamponatura edilizio e relativo procedimento di preparazione utilizzando macerie e altri inerti su strutture portanti miste legno/ acciaio , legno/ c.a. Questo sistema non solo risolve il problema del consumo energetico estivo x il riaffrescamento , ma AMBIENTALE ( dalla nascita del prodotto alla sua morte ) . Info utile per SMART CITIES.

thumb profile
Iader marani

Ottima idea Smart cities ,ma .... Se volete un opinione , prima di costruire e progettare città fate approfondimenti/ valutazioni su tecniche costruttive già esistenti , ad esempio :strutture in lungo a telaio con ventilazione globale Dell' involucro ( fondazioni comprese ) .