Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Sostenibilità energetica in edilizia, 488 mln per progetti innovativi

Sostenibilità energetica in edilizia, 488 mln per progetti innovativi

Dall’Unione Europea uno stanziamento complessivo di 7 miliardi di euro a sostegno della ricerca con il VII Programma Quadro

Vedi Aggiornamento del 12/10/2011
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 12/10/2011
22/07/2011 - bsp;- Buone notizie per l’efficienza energetica degli edifici, che potranno concorrere per l’assegnazione di 488 milioni di euro. L’Unione Europea ha messo a punto una serie di finanziamenti a sostegno della ricerca secondo un approccio basato sul mercato delle innovazioni.
 
I finanziamenti, che fanno parte del VII Programma Quadro e costituiscono l’ultima fase della Strategia Europa 2020, mettono a disposizione complessivamente 7 miliardi di euro, ripartiti tra varie linee di intervento.
 
Confermata l’attenzione alla sostenibilità ambientale. I progetti di ricerca per la lotta al cambiamento climatico potranno usufruire di 265 milioni, mentre 40 milioni saranno destinati alle “città intelligenti”.
 
Rientrano invece tra le nanotecnologie i progetti per il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici, che dovranno competere con auto verdi e fabbriche del futuro per l’assegnazione di 488 milioni di euro.
 
L’iniziativa potrebbe spianare la strada all’attuazione della Direttiva 2010/31/Ue sulla prestazione energetica in edilizia, che ha introdotto il concetto di edificio a energia quasi zero prospettando un metodo per la progettazione a basso consumo.
 
È infatti sulla riduzione dei consumi che si gioca la partita per il raggiungimento degli obiettivi del 20-20-20. Il mese scorso Bruxelles ha annunciato una nuova direttiva sul risparmio energetico. A fronte dei discreti risultati raggiunti nel taglio alle emissioni di gas serra e nell’incremento della produzione di energia da fonti rinnovabili, c’è ancora molto da fare per il taglio dei consumi.
 
Dalle stime effettuate è emerso come gli edifici siano responsabili del 40% dei consumi totali di energia. Come emerso durante il tour “Edifici a energia quasi zero”, organizzato da Edilportale, accanto a rinnovate modalità costruttive per i nuovi fabbricati, è necessario quindi individuare strumenti per la riqualificazione energetica del patrimonio esistente. A tale scopo, con le risorse messe a disposizione dell'Ue,  potrebbero essere elaborati progetti in grado di rendere economicamente sostenibili e convenienti gli interventi per l'efficientamento degli edifici. 
Le più lette