Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Decreto Requisiti Tecnici, posa in opera esclusa dai massimali di costo
NORMATIVA Decreto Requisiti Tecnici, posa in opera esclusa dai massimali di costo
RISPARMIO ENERGETICO

Lombardia, 7 milioni di euro per la riqualificazione energetica di edifici pubblici

di Alessandra Marra

Il bando ammette anche progetti di demolizione e ricostruzione che permettano di migliorare le prestazioni. Domande dal 16 novembre 2015

Vedi Aggiornamento del 25/01/2016
Commenti 5943
18/09/2015 – La Lombardia stanzia 7 milioni di euro per la riqualificazione energetica degli edifici pubblici.
 
Il Bando, in attuazione della DGR 3904/2015 è stato approvato per incentivare la riqualificazione energetica nei piccoli comuni, singoli o associati.
 

Riqualificazione energetica: i dettagli del bando

Il bando è finalizzato alla riqualificazione energetica del patrimonio edilizio pubblico in un ottica più generale di riduzione dei consumi energetici negli edifici e nelle strutture pubbliche, integrando le fonti rinnovabili.
 
Possono presentare domanda i Comuni con popolazione sino a 1.000 abitanti, le Unioni di Comuni, le Comunità Montane e i Comuni nati da fusione di Comuni istituiti a decorrere dal 1 gennaio 2011.
 
I progetti di riqualificazione energetica devono prevedere un miglioramento delle prestazioni energetiche di edifici di proprietà pubblica, destinati all’uso pubblico (con l’esclusione degli edifici adibiti a residenza e assimilabili). Fra i progetti di riqualificazione ammissibili anche le opere di demolizione e ricostruzione.
 
I progetti dovranno consentire:
- l’adeguamento dell’edificio al rispetto dei requisiti minimi prestazionali previsti dalla DGR 3868/2015 per gli edifici sottoposti a demolizione e ricostruzione e per le ristrutturazioni importanti;
- prevedere una riduzione almeno del 30% dell’indice di prestazione energetica globale non rinnovabile e una riduzione almeno del 20% dell’indice di prestazione energetica globale totale rispetto a quello dello stato di fatto dell’edificio;
- escludere l’alimentazione a gasolio dell’impianto di riscaldamento;
- escludere gli impianti di climatizzazione invernale alimentati a biomassa solida;
- prevedere la presenza di diagnosi energetica.
 
Le domande dovranno essere presentate a partire dalle ore 12 del 16 novembre 2015 fino all’avvenuto esaurimento della dotazione finanziaria.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui