Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Professionisti, il Decreto Aiuti-bis porta a 600 milioni di euro il Fondo per il bonus una tantum
PROFESSIONE Professionisti, il Decreto Aiuti-bis porta a 600 milioni di euro il Fondo per il bonus una tantum
FOCUS

Sistemi per la Smart Home Pro, cosa permettono di fare?

Finder presenta i vantaggi per l’utente finale grazie a YESLY e BLISS, come automazioni, scenari, controllo dei carichi e dimmerazione

07/07/2022 - Comfort Living: vivere confortevolmente in casa propria è un ampio concetto coniato da Finder per descrivere la sensazione di comfort e benessere per chi installa una Smart Home e per chi vive al suo interno.
 
Questa è stata l’introduzione del secondo appuntamento LiveTalk organizzato in collaborazione con Finder che si è svolto ieri in diretta sul canale Facebook di Edilportale, in cui si è parlato di applicazioni specifiche e dei componenti per l’automazione.
 
Ospite della puntata è stato Davide Valenti, IoT specialist di Finder.
 
Nella prima puntata con Finder si è parlato di cos’è una Smart Home Professionale, concetto ripreso sinteticamente anche da Davide Valenti: “una Smart Home Professionale è un sistema installato da un professionista dell’installazione e che al termine rilascia il certificato di conformità dell’impianto. Quindi un impianto professionale di Smart Home è garantito, certificato e sicuro.”
 
Finder propone due sistemi per la Smart Home Pro, YESLY per la gestione intelligente dell’impianto elettrico e BLISS2 per la climatizzazione domestica smart.
 

Rivedi il talk cliccando QUI

 

Sistemi per la Smart Home Pro: impianto elettrico

YESLY nasce per il controllo dei carichi in generale: prese comandate, luci, tapparelle, dimmerazione o elettroserature.

“Il valore aggiunto di una Smart Home Pro inizia già da fuori casa - ci ha raccontato Davide Valente -; ad esempio, è possibile chiedere all’assistente vocale della macchina di aprire il cancello del garage, senza dover usare telecomandi o, nella peggiore delle ipotesi, le chiavi. Entrando in casa è possibile richiamare uno scenario centralizzato che, ad esempio, alza tutte le tapparelle per fare entrare la luce naturale oppure, se è sera, può accendere le luci dell’ingresso e dell’openspace”.
 
Vivere in una Smart Home Pro vuol dire avere a disposizione diversi tipi di agevolazioni che durante il giorno fanno la differenza.
 
Tutto questo potrebbe dare l’idea di una complessità nella fase realizzativa, ma il punto forte del sistema YESLY è che non cambia assolutamente quello che un installatore è abituato a fare.
 
Per spiegare al meglio quanto sia semplice rendere la propria casa smart Davide Valenti ha portato l’esempio dell’installazione di un relè: “generalmente il tecnico apre la cassetta, cabla i cavi ed esce dall’impianto - ha affermato -. Con i sistemi Finder l’installatore non deve cambiare approccio: installato il relè, è sufficiente andare sul telefono, selezionare la funzione desiderata o settare uno scenario e consegnare l’impianto all’utente finale”.

Pertanto, il controllo dei carichi è molto semplice da gestire, sia lato installatore che utilizzatore. Una Smart Home Pro è completamente versatile poiché grazie agli attuatori, che sono contatti puliti, ovvero elettricamente non vincolati ad un circuito particolare, è possibile gestire quello che si vuole in piena libertà di azione.
 

Sistemi per la Smart Home Pro: la creazione degli scenari

Oggi l’illuminazione non è più vista solo come elemento funzionale ma anche di design. La luce artificiale, se ben progettata nell’intensità e nella tipologia dei fasci luminosi, può creare suggestive atmosfere all’interno della propria casa. Ai progettisti piace molto creare nei loro progetti d’interni intensità di luci diverse a seconda degli spazi e degli usi.
 
I dimmer di YESLY consentono di dimmerare lampade e strip led in 2/30 e creare al contempo delle automazioni che richiamano degli scenari che possono essere preimpostati sull’app o creati di volta in volta.
 
Davide Valenti ha portato l’esempio dello scenario cinema: con un semplice click si attivano le dimmerazioni precedentemente settate; ad esempio, l'intensità luminosa della lampada principale è ridotta del 30%, del 70% quella della lampada che illumina la TV e, inoltre, le tapparelle si abbassano del tutto. 
 
In generale in una Smart Home Pro è possibile creare molteplici scenari che sono essenzialmente un combo tra dimmer e attuatori classici. Uno scenario è qualcosa di estremamente flessibile, può interessare solo le luci, solo le prese, solo le tapparelle o coinvolgere più componenti contemporaneamente, il tutto a discrezione dell’utente.
 

Sistemi per la Smart Home Pro: la termoregolazione

BLISS2 è un sistema molto versatile e semplice. Di base è un termostato classico On/Off ma che permette una molteplicità di funzioni.
 
Punto forte del sistema è la semplicità e l’intuitività di installazione. Davide Valenti ha fatto alcuni esempi.
 
"È possibile sostituire un tradizionale termostato a rotella senza dover fare alcun intervento murario. Il termostato smart viene semplicemente montato a filo muro, non servono punti elettrici perché è alimentato a batteria e dura 1 anno e mezzo.” Con poche e semplici operazioni l’utente è già in grado di schedulare la sua settimana in termini di temperatura, di gestire il sistema da remoto e di interfacciarlo, inoltre, con i vari assistenti vocali come Alexa o GoogleHome.
 
Se invece ci si trova nella situazione di dover cambiare il punto di rilevazione della temperatura, perché il termostato, ad esempio, è stato posizionato in maniera errata, generalmente la procedura prevedeva di dover fare una serie di tracce a parete. Con BLISS2 è invece sufficiente mettere il termostato smart a muro nella nuova posizione desiderata e l’attuatore in radio frequenza al posto del vecchio termostato o a bordo caldaia.
 
Altro caso esposto da Davide Valenti è stato quello degli impianti più complessi, come un impianto a zone con collettore centrale e riscaldamento a pavimento. La gestione di un impianto a zone in termini di temperatura è molto semplice con BLISS2. Anche in questo caso non servono opere murarie, è sufficiente mettere in campo per ogni zona un termostato smart, un attuatore direttamente nel collettore per ogni elettrovalvola (se non presenti vanno quindi sostituite) e un ulteriore attuatore a bordo caldaia per come input di consenso per riscaldare l’acqua.
 
Durante il Talk Davide Valenti ha portato tanti altri esempi sui vantaggi in termini di comfort, risparmio energetico e abbattimento dei costi in bolletta che è possibile ottenere grazie alla Smart Home Pro. Per ascoltarli guarda il video della diretta.
 

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione