Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
NORMATIVA

Ici, entro fine giugno si paga la prima rata

di Rossella Calabrese

Aliquote più alte in molti Comuni. Tra le cause del rialzo la recente revisione del classamento catastale

Vedi Aggiornamento del 19/12/2006
Commenti 8147
07/06/2006 - C’è tempo fino al 30 giugno per pagare la prima rata dell’Imposta Comunale sugli Immobili (ICI). L’acconto ammonta al 50% dell’imposta dovuta dai proprietari di immobili, terreni e suoli edificabili e va calcolata sulla base dell’aliquota e delle detrazioni dell’anno precedente. Nei Comuni in cui l’aliquota ha subito modifiche, queste incideranno sul saldo da pagare a fine anno. Nel caso in cui si voglia pagare in un’unica soluzione, occorrerà applicare da subito le nuove aliquote e barrare nel bollettino di versamento entrambe le causali (acconto e saldo). Per il 2006 moltissime città hanno rivisto al rialzo le proprie aliquote: in ben 58 centri si applica il valore massimo del 7 per mille. Ciò è stato necessario, in molti casi, per sopperire ai tagli ai trasferimenti dallo Stato agli Enti locali, operati dalle ultime Finanziarie. E un aumento dell’Ici sarà l’effetto anche della recente revisione del classamento catastale - che ha coinvolto finora 904 Comuni – prevista dalla finanziaria 2005. Un caso particolare è costituito dai terreni edificabili: interpretando l’articolo 2 del DLgs 504/1992, la legge 248/05, che ha convertito l’articolo 11-quaterdecies, comma 16, del Dl 203/05, stabilisce che, ai fini dell’applicazione dell’Ici, un’area è considerata edificabile anche in assenza di strumento urbanistico attuativo. È sufficiente quindi che sia classificata come edificabile nello strumento urbanistico generale. Il pagamento può avvenire con il modello F24 (nei Comuni convenzionati) oppure con bollettino di conto corrente postale intestato al concessionario per la riscossione oppure al Comune. Per le detrazioni è necessario consultare la delibera del Comune di appartenenza o informarsi presso l’ufficio tributi.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa