Network
Pubblica i tuoi prodotti
Fondazione Inarcassa lancia il Manifesto degli architetti e ingegneri

Fondazione Inarcassa lancia il Manifesto degli architetti e ingegneri

Appello dei liberi professionisti al futuro Parlamento affinché supporti la progettazione di un Paese innovativo e al passo con i tempi

Aggiornato al 08/08/2022
Foto: Milan Markovic © 123rf.com
Foto: Milan Markovic © 123rf.com
05/08/2022 - Lanciato oggi da Fondazione Inarcassa “Architetti e ingegneri liberi professionisti al servizio dell’innovazione del Paese”. Il documento diviso in sette punti si rivolge a tutte le forze politiche e a tutti coloro che saranno al servizio della collettività per lo sviluppo del nostro Paese.
 
Tra i principali temi affrontati all’interno del documento, l’equo compenso con l’esigenza di garantire la qualità degli appalti, l’aggregazione professionale e multidisciplinare, per dare risposte di qualità in un mercato di servizi sempre più completo e competitivo. 
 
Il tema del codice dei contratti, perché l’appalto integrato nega l’indipendenza e terzietà del progettista rispetto all’esecutore ed alla riduzione dei livelli progettuali che pregiudica la qualità delle opere, il Superbonus e i bonus edilizi, fondamentali per favorire la transazione energetica del patrimonio edilizio e sostenere un settore strategico.
 

Il Manifesto - uno dei primi di questo genere - costituisce un appello dei professionisti al futuro Parlamento affinché supporti la progettazione di un Paese innovativo e al passo con i tempi.
 
La Fondazione, in rappresentanza di circa 180mila ingegneri e architetti si impegna, consapevole di avere un ruolo al servizio della collettività fondamentale per lo sviluppo del Paese, a collaborare con il futuro Parlamento per convogliare le istanze del settore e rispondere alla sfida della transizione blu&green in corso coniugando lo sviluppo industriale con la tutela sociale ed ambientale.
 
“Vogliamo ribadire al futuro Parlamento e al futuro Governo il ruolo economico, sociale che hanno le libere professioni” - ha esordito il Presidente Fietta. “Ci troviamo ad un punto di svolta: se da un lato il conflitto russo/ucraino e il relativo impatto sul costo delle materie prime, l’inflazione e la crisi economica incombono, dall’altro siamo consapevoli che i tecnici liberi professionisti solo grazie al supporto del legislatore potranno mettere a disposizione il loro bagaglio di conoscenze e competenze affinché gli obiettivi del PNRR e il relativo rilancio economico possano davvero compiersi” - ha concluso.
 
 
Fonte: Fondazione Inarcassa
Le più lette