Network
Pubblica i tuoi prodotti
Silenzio assenso in edilizia, l’esigenza di semplificazione responsabilizzerà i Comuni?
di Redazione Edilportale

Silenzio assenso in edilizia, l’esigenza di semplificazione responsabilizzerà i Comuni?

Sempre più giudici ritengono sufficiente il decorso dei termini e non necessaria la conformità dell’intervento alle norme edilizie e urbanistiche

Silenzio assenso in edilizia - Foto: Volodymyr 123RF.com
Silenzio assenso in edilizia - Foto: Volodymyr 123RF.com
di Redazione Edilportale
edilportale+ Contenuto riservato agli abbonati
03/04/2024 - Il silenzio assenso in edilizia sta cambiando. Da una parte i Tribunali stanno mutando la propria linea interpretativa nell’ottica di una maggiore semplificazione, ma anche di responsabilizzazione delle Amministrazioni, dall’altra sono allo studio norme che mirano a rendere i procedimenti più spediti.
 
Bisogna in primo luogo fare una premessa: la normativa sul silenzio assenso in edilizia non è chiara e può lasciare spazio a diverse interpretazioni. Da questa scarsa chiarezza sono spesso nati contenziosi tra i privati che richiedono il permesso di costruire, e vedono scadere i termini di legge, e i Comuni chiamati al rilascio dei titoli abilitativi.

In base al Testo unico dell’edilizia (Dpr 380/2001), il permesso di costruire si può formare con silenzio assenso se, una volta decorsi i termini per l’adozione del provvedimento conclusivo, il dirigente o il responsabile dell’ufficio non si è pronun…
Accedi a tutti i contenuti premium
a €9,99 €4,99/mese per 12 mesi
Abbonati adesso Continua con  paypal
Disattiva in qualsiasi momento.
devices
Subito per te
  • Accesso illimitato a tutti i contenuti di Edilportale.com
  • Accesso ai listini prezzi ufficiali dei produttori per computi metrici
  • Report esclusivi, guide, info-grafiche e contenuti Pdf da scaricare
  • Accesso privilegiato a tutti gli eventi Edilportale (Tour, Fiere, etc.)
Le più lette