Carrello 0
NORMATIVA

Antisismica, in Umbria nuovo regime di vigilanza

di Paola Mammarella

Sanzioni fino a 2 mila euro, necessario il certificato di rispondenza alle NTC

Vedi Aggiornamento del 06/09/2010
09/03/2010 – La Regione Umbria vara novità in materia di antisismica. Con la Legge Regionale 5/2010 , approvata il 27 gennaio e pubblicata sul Bollettino Ufficiale n. 6 del 3 febbraio scorso, sono entrate in vigore nuove disposizioni su autorizzazione, vigilanza e controllo delle costruzioni in zona sismica.
 
Il provvedimento, nel rispetto dei principi fondamentali contenuti nella legislazione statale e in particolare nel Dpr 380/2001 , definisce le funzioni di indirizzo e coordinamento di cui è titolare la Regione.
 
Alle Province spettano funzioni amministrative per il consolidamento, l’accertamento e la vigilanza sulle costruzioni. Possono infatti costituire uffici di vigilanza per velocizzare le procedure.
 
Ai comuni sono invece riservate competenze nel settore della pianificazione urbanistica a livello comunale.
 
Le nuove disposizioni si applicano a lavori di nuova costruzione, ampliamento, sopraelevazione, manutenzione straordinaria, restauro e varianti sostanziali.
 
L’autorizzazione antisismica è rilasciata dopo un controllo da parte delle autorità competenti. Il soggetto interessato deve presentare richiesta allo sportello unico per l’edilizia, che entro cinque giorni trasmette la richiesta con la documentazione alla Provincia di competenza. Dopo le verifiche, entro sessanta giorni, la Provincia emette il provvedimento di autorizzazione o diniego.
 
Nelle zone a bassa sismicità l’autorizzazione è subordinata alla presentazione di un preavviso scritto e al deposito del progetto esecutivo. Prima del collaudo, è necessario il certificato di rispondenza, che attesta il rispetto delle NTC.
 
Per le violazioni sono previste sanzioni fino a 2 mila euro.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati