Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Rinnovabili, parte bene il confronto tra Governo e Regioni

Rinnovabili, parte bene il confronto tra Governo e Regioni

All’inizio della prossima settimana le prime indicazioni del Governo sulle modifiche da apportare al Decreto Romani

Vedi Aggiornamento del 07/04/2011
di Rossella Calabrese
Vedi Aggiornamento del 07/04/2011
23/03/2011 - Si è svolto ieri a Roma l’incontro tra i Ministri dello Sviluppo Economico, Paolo Romani, dell’Ambiente, Stefania Prestigiacomo e dei Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto, e i rappresentanti delle Regioni sul Decreto Rinnovabili.
 
“I ministri Romani e  Prestigiacomo - ha detto il presidente della Conferenza delle Regioni, Vasco Errani, al termine dell’incontro - ci hanno dato la disponibilità a partecipare per elaborare le modifiche necessarie al testo”.
 
“Nei prossimi giorni - ha detto il ministro Fitto - il governo presenterà le linee guida e partirà un tavolo tecnico con gli altri ministeri interessati. Ci sono alcune criticità ma il nostro obiettivo è giungere ad un percorso condiviso”.

Sembra dunque dare i primi frutti la grande mobilitazione delle ultime settimane contro il Decreto Rinnovabili (approvato dal Consiglio dei Ministri il 3 marzo scorso e firmato pochi giorni dopo dal Capo delo Stato, ma ancora in attesa di pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale). Il Ministro Romani aveva annunciato il varo entro marzo dei nuovi incentivi validi dal 1° giugno 2011 (leggi tutto). 
 
“Lunedì ci sarà dato del materiale - ha detto Romano Colozzi, assessore al Bilancio della Lombardia e coordinatore della commissione Affari finanziari della Conferenza delle Regioni - e il lavoro del tavolo tecnico sarà immediato anche da parte delle  autonomie”.
 
Il presidente dell’Unione Province d’Italia (Upi), Giuseppe Castiglione, ha espresso preoccupazione per il rallentamento del settore delle rinnovabili. “Il decreto - ha detto Castiglione - deve avere il nostro concorso” e ha aggiunto che l’Italia deve puntare anche a superare gli obiettivi europei fissati per il 2020.
 
“Il confronto tra Governo e Regioni sulle energie rinnovabili sembra incanalarsi sui binari giusti”. Lo ha detto il presidente della Regione Basilicata e membro dell’Ufficio di presidenza della Conferenza delle Regioni, Vito De Filippo, aggiungendo di aver registrato la volontà del Governo di sostenere un settore che rappresenta non solo una importante fonte di approvvigionamento energetico, ma anche un comparto economico rilevante. “Gli esponenti del Governo - ha aggiunto De Filippo - ci hanno illustrato la volontà di continuare a sostenere gli investimenti nelle energie rinnovabili, sia pure con un ridimensionamento degli incentivi, ma comunque individuando meccanismi in grado di continuare a garantire una crescita delle energie verdi”.
 
Quindi, all’inizio della prossima settimana il Governo fornirà alle Regioni i primi elementi utili per cominciare ad elaborare le modifiche al decreto, il cui testo sarà definito, secondo le intenzioni del governo, entro i primi di aprile.
Le più lette