Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Flat tax e Partite Iva, come cambia il regime forfetario 15% per i professionisti

Flat tax e Partite Iva, come cambia il regime forfetario 15% per i professionisti

Legge di Bilancio 2020: escluso chi percepisce un reddito da lavoro dipendente superiore a 30mila euro e chi ha speso più di 20mila euro per lavoro accessorio

Vedi Aggiornamento del 15/11/2022
Foto: nyul©123RF.com
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 15/11/2022
27/12/2019 - Nel 2020 i professionisti dovranno affrontare dei paletti aggiuntivi per l’accesso al regime forfetario. È il risultato della Legge di Bilancio per il 2020, che ha introdotto altri requisiti per usufruire delle agevolazioni in caso di redditi non elevati.
 

Partite Iva, regime forfetario al 15%

I professionisti con redditi fino a 65mila euro potranno usufruire del regime forfetario, che prevede una tassazione al 15%. 

L'Agenzia delle Entrate ha chiarito che per accedere al regime forfettario è necessario non superare i 65 mila euro di ricavi 
nell’anno precedente. Di conseguenza chi vuole passare al forfettario nel 2020 deve tener presente i ricavi del 2019.

Per l'apertura delle nuove Partite Iva si potrà utilizzare il reddito presunto. Questo significa che 
chi inizia un’attività può avvalersi di questo regime comunicando, nella dichiarazione di inizio di attività, di presumere che non conseguirà ricavi o compensi superiori a 65mila euro.
 

Partite Iva, chi è escluso dal regime forfetario

Sarà escluso dal regime forfetario chi, parallelamente all’attività come libero professionista, percepisce un reddito da lavoro dipendente superiore a 30mila euro

Non potrà accedere al forfetario neanche chi nell'anno precedente ha sostenuto spese per lavoro accessorio superiori a 20mila euro.
 
Add Impression Add Impression
Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione