Add Impression
Network
Pubblica i tuoi prodotti
Caro materiali, le risorse in arrivo per professionisti e imprese

Caro materiali, le risorse in arrivo per professionisti e imprese

Assegnati 458 milioni del Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche e 103,4 milioni del Fondo per la compensazione dei prezzi

Vedi Aggiornamento del 29/03/2024
Caro materiali - Foto: 2day 123RF.com
Caro materiali - Foto: 2day 123RF.com
di Paola Mammarella
Vedi Aggiornamento del 29/03/2024
11/10/2023 - Proseguono le erogazioni di risorse a favore di professionisti e imprese coinvolti nella realizzazione di opere pubbliche messe a rischio dal caro materiali.
 
Le risorse provengono da diversi canali di finanziamento, che si sono stratificati negli anni. Negli ultimi giorni sono stati pubblicati due decreti che dispongono erogazioni da due Fondi diversi.
 

Caro materiali, 458 milioni dal Fondo prosecuzione opere pubbliche

Sul sito del Ministero delle Infrastrutture (Mit) è stato pubblicato il DM 8 settembre 2023, che assegna 458 milioni di euro del Fondo per la prosecuzione delle opere pubbliche.
 
Le risorse soddisfano 2913 istanze (su 2961 totali), presentate durante la seconda finestra temporale di accesso al Fondo.
 

Ricordiamo che le finestre temporali sono in tutto quattro:
- 1° aprile 2023 - 30 aprile 2023;
- 1° luglio 2023 - 31 luglio 2023;
- 1° ottobre 2023 - 31 ottobre 2023;
- 1° gennaio 2024 al 31 gennaio 2024.
 
L’esito delle istanze presentate nella seconda finestra temporale è stato anticipato da Fausta Bergamotto, Sottosegretaria di Stato al Ministero delle Imprese e del Made in Italy, durante un’interrogazione sui pagamenti delle compensazioni ai professionisti e alle imprese colpiti dai rincari dei materiali edili.
 

Caro materiali, 103,4 milioni dal Fondo per l’adeguamento dei prezzi

Ricordiamo che, sempre con l’obiettivo di contrastare il caro materiali, nei giorni scorsi è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il DM 9 agosto 2023.
 
Il DM 9 agosto 2023 ripartisce 103,4 milioni di euro derivanti dal Fondo per l’adeguamento dei prezzi, istituito con il Decreto “Sostegni-bis” (DL 73/2021), articolo 1-septies.
 
Le risorse sono relative al secondo semestre 2021 e vanno a compensare i rincari rilevati in questo periodo dal Mit.


In entrambi i casi, il meccanismo di compensazione prevede due step. La Stazione Appaltante, dopo aver fatto richiesta, ottiene le risorse e in un secondo momento le eroga ai professionisti e alle imprese coinvolti nei lavori.
 
Le più lette