Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Testo Unico Edilizia, ecco il testo aggiornato
NORMATIVA Testo Unico Edilizia, ecco il testo aggiornato
NORMATIVA

Superbonus 110%, ecco come asseverare i lavori antisismici

di Alessandra Marra

Il nuovo Decreto del Ministero delle Infrastrutture conferma che il sismabonus si ottiene anche se l'intervento non migliora la classe sismica dell'edificio

Vedi Aggiornamento del 25/09/2020
Commenti 30596
Foto: Alessandro Guerriero ©123RF.com
27/08/2020 – I professionisti incaricati di asseverare i lavori antisismici che accedono al superbonus 110% devono avvalersi dei nuovi moduli di asseverazione e attestazione specifici per il sismabonus.
 
Lo scorso 7 agosto è stato, infatti, pubblicato (ma non ben pubblicizzato) sul sito web del Ministero delle Infrastrutture il DM 329/2020 che modifica il DM 58/2017 Linee guida per la classificazione del rischio sismico alla luce delle modifiche introdotte dal Decreto Rilancio (DL 34/2020, convertito nella Legge 77/2020). Il nuovo DM contiene i modelli aggiornati per asseverare e attestare i lavori, anche nel caso in cui non dovessero produrre un salto di classe sismica.
 

Sismabonus 110%: ok alla detrazione anche senza salto di classe

Come già anticipato nel webinar Edilportale, il Decreto conferma la possibilità di fruire dell’agevolazione al 110% anche per gli interventi ‘locali’ che non producono alcun salto di classe sismica.
 
Infatti, sia nella scheda di ‘Attestazione del collaudatore’ sia nella scheda di ‘Asseverazione’ vengono esplicitate 3 possibilità post-intervento di riduzione del rischio sismico rispetto alla situazione ante operam:
A) nessuna classe di miglioramento;
B) 1 classe;
C) 2 o più classi
.
 


Asseverazione superbonus 110%: tutti i documenti per il sismabonus

Prima della pubblicazione di questo Decreto, i professionisti avrebbero dovuto attestare i lavori sismici con i documenti allegati al DM 58/2017 che sarebbero risultati incompleti rispetto a quanto richiesto dalla nuova agevolazione. Ad esempio, mancava un modello che il direttore dei lavori potesse utilizzare per emette lo stato di avanzamento dei lavori (SAL).

Il SAL, infatti, come asseverato dal progettista, è necessario per l’ottenimento dei benefici fiscali previsti nei casi di intervento in corso, a condizione che l’importo ed il numero dei SAL siano conformi a quanto previsto dal citato articolo 121, comma 1-bis del Decreto Rilancio.
 
Il DM 329/2020 modifica e sostituisce l’allegato B del DM 58/2017. Il professionista, quindi, dovrà asseverare lo stato della costruzione ante operam e post intervento.
 
In particolare, il professionista dovrà esplicitare, in entrambi i casi:
- la classe di rischio della costruzione;
- il valore dell’indice di sicurezza strutturale;
- il valore della Perdita Annua Media;
- la linea guida e il metodo utilizzato come base di riferimento per le valutazioni della classe di rischio.
 

Hai ancora dubbi sul superbonus 110% o, invece, lo conosci perfettamente? Scoprilo con il quiz!


Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Ricci Giovanna

Le mura di confine e contenimento possono rientrare nel superbonus antisismico 110%?


x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, si parte col piede giusto? Leggi i risultati